Template:Lecce F.C.

From Hattrick
(Redirected from Template:Archivio Silnogard)
Lecce F.C. (1523732)
Lecce F.C. 2.png
Official logo for Lecce F.C.
Club information
Country  Italia
Region Puglia
Continent Latin Europe
Foundation 17-08-2013
Stadium Salento Stadium (30 000 seats)
Fan club Salento Giallorosso
Manager Italia Silnogard
Coach Italia Paolo Sonzogni
Prize shelf

Division VII.PNG Division VIII.PNG

Last update of this page was made 10.03.2018

Lecce F.C. è stato un club italiano della regione Puglia. Fondato nella stagione 52, ha vinto 1 campionato di VII Serie ed 1 campionato di VIII Serie, arrivando in un'occasione ai quarti di finale di Coppa del Nonno IX Serie. E' fallito ed è stato cancellato dopo la stagione 65.

Introduzione[edit]

Il Presidente Silnogard diventa il proprietario del club in data 17-08-2013, che prende il nome di "Lecce Football Club" o "Lecce F.C.". La nuova società nasce dopo che il patron leccese rileva un piccolo club salentino, militante in quel tempo in IX serie, ormai fallito e cancellato dal professionismo, in seguito a varie e numerose gestioni fallimentari che si sono succedute dalla stagione 30 alla stagione 52, dopo le quali il vecchio piccolo club è sommerso da oltre 2 milioni di euro di debiti, in seguito ripianati dal nuovo Presidente nella stagione 56.

Il nuovo Patron decide per i primi anni di avviare un periodo di transizione, votato al contenimento dei costi. Si accumulerà in seguito un tesoretto societario, ricavato anche dalle cessioni di vari giocatori promettenti, fra cui Aniello Tamilia, per poi avviare dalle stagioni 56-57, delle campagne acquisti sontuose per le categorie IX e VIII e investendo su giocatori di categorie superiori, per puntare a vincere i vari campionati ed a raggiungere risultati importanti, viste anche le ambizioni forti del patron. Nella stagione 60, il Lecce stabilisce alcuni record, venendo promossa in VII serie dopo aver vinto il campionato e raggiungendo i quarti di finale della Coppa del Nonno VIII Serie, poi persi ai rigori.

Club History[edit]

Le stagioni di transizione[edit]

La prima stagione del Lecce, la 53, è solo di transizione, in quanto il nuovo patron fonda da zero la squadra, affidandosi all'emergente tecnico salentino Duilio Zappaterra e ad un gruppo di calciatori locali, che però non riescono a tenere il ritmo della IX serie, arrivando penultimi in classifica con soli 7 punti ed evitando la retrocessione soltanto in seguito all'eliminazione della X serie dal calcio italiano. Nella stagione 54 successiva, l'allenatore Zappaterra ha la fiducia del patron e rinnova per altri 2 anni. Dopo essersi rinforzato durante il mercato, il Lecce disputa un buon girone d'andata ed è nella parte alta della classifica, calando nel girone di ritorno in seguito a numerose sconfitte consecutive ed arrivando solo 6° a fine campionato. Nella stagione 55 il Lecce parte nuovamente forte e nel girone d'andata si trova fra le prime posizioni in classifica, calando nuovamente nel girone di ritorno e perdendo terreno sulle altre, arrivando alla fine solo 5°. A fine campionato, Silnogard decide di terminare il rapporto con Zappaterra, non rinnovandogli il contratto scaduto.

Nella stagione 56, il patron affida la panchina al giovane Marco Frasson, già calciatore del Lecce e stimato per la sua intelligenza tattica, che firma un contratto annuale. La stagione però, nonostante una buona campagna acquisti, si rivela sottotono. Infatti è caratterizzata da poche vittorie e, soprattutto, da sconfitte pesanti e prestazioni molto tiepide. Questa stagione, vede anche l'introduzione del nuovo sistema di coppe, in cui il Lecce esce al 3° turno di "Coppa IX Serie" e al 2° turno della seconda coppa di categoria "Coppa Mediterraneo IX Serie". A fine stagione, il Lecce arriva 5°, con soli 19 punti conquistati e Frasson non viene confermato.

Il ciclo vincente con Muraglia[edit]

La rosa della stagione 60, vincitrice della VIII.3 Serie e arrivata ai quarti di finale di Coppa del Nonno VIII (11° turno).
Ubaldo Muraglia, allenatore del Lecce dalla stagione 57 a oggi.

Nella stagione 57, si decide di puntare sul nuovo allenatore Ubaldo Muraglia, uomo forte e di carattere, che firma un biennale con la società salentina. Con il tecnico siciliano, il Lecce disputa una stagione straordinaria in IX Serie, arrivando 2° con 36 punti a 6 punti di distacco dall'imbattibile "Cestinivuoti FC" ed ottenendo la promozione diretta in VIII Serie. La prima stagione in VIII del Lecce, la 58, lo vede lottare sempre per il 2° posto, che dà il diritto di partecipare agli spareggi promozione. Purtroppo però, a fine stagione, il Lecce arriva 3°, ad un solo punto dalla seconda e non accede allo spareggio, avendo disputato comunque un campionato di alto livello, nonostante fosse una neopromossa. Nelle coppe invece, il Lecce uscirà solo al 2° turno della coppa di serie VIII, ma riuscirà a raggiungere il 5° turno della seconda coppa di categoria, la "Appennini VIII Serie". Dopo questi risultati, il Presidente decide di rinnovare il contratto a Muraglia per altri 2 anni, premiandolo dopo 2 stagioni di successi e buone prestazioni. La stagione 59, vede il Lecce lottare nuovamente per il secondo posto in VIII Serie, sempre con la squadra "Sardinabogliasco", rimasta in VIII dopo aver perso gli spareggi l'anno prima. A fine campionato, il Sardinabogliasco riesce nuovamente ad arrivare secondo a discapito del Lecce, per il secondo anno consecutivo arrivato terzo in classifica e nuovamente ad un solo punto dalla seconda, perdendo di nuovo l'occasione di giocare gli spareggi promozione.

Nella stagione 60, il Lecce disputa subito il 3° Torneo "Niubbo VIP", arrivando però 4° nella fase a gironi e venendo eliminato dal torneo. In campionato, la squadra salentina arriva prima, vincendo il campionato e rimanendo imbattuta per tutte le 14 giornate, con 36 punti finali, conquistando il suo primo trofeo nazionale. Nelle prime due coppe di categoria, il Lecce è eliminato nei primi turni, ma il risultato più importante riguarda la Coppa del Nonno VIII Serie, in cui i giallorossi riescono ad arrivare fino ai quarti di finale (11° turno su 13), perdendo solo ai rigori, dopo una gara equilibrata e combattuta contro A.C. Spinea. A fine stagione, il tecnico Muraglia rinnova il contratto in scadenza per altri 3 anni.

La stagione 61, la prima in VII, vede a sorpresa il Lecce lottare sempre per le prime posizioni. A fine campionato, i salentini arrivano a pari punti con la seconda classificata FC Ottabet, sfiorando la promozione diretta e classificandosi terzi solo per la peggiore differenza reti. Sono costretti a disputare gli spareggi promozione, successivamente persi. Nella coppa principale (Coppa VII Serie) invece, il Lecce per la prima volta nella sua storia supera il 3° turno, uscendo al 4°. Nella stagione 62 il Lecce sfiora la vittoria del campionato arrivando 2°, a due punti di distacco dalla prima, dopo una lotta fino all'ultima giornata con Vulcanastri, riuscendo comunque a conquistare la prima storica promozione in VI Serie. A fine stagione danno l'addio al club numerosi giocatori importanti, tra cui il bomber Daniele Minardi, che conclude la sua carriera, lasciando al club il suo record di 34 gol nella classifica cannonieri del Lecce. La stagione 63, al debutto in VI serie, si apre fra molte difficoltà, anche a causa di un ritardo nella condizione atletica. A fine campionato, il Lecce arriva ultimo e retrocede con soli 4 punti conquistati. Il tecnico Muraglia, dopo 7 anni sulla panchina del Lecce, non viene confermato e dà l'addio dopo la scadenza del contratto.

Il Patron affida la panchina a Paolo Sonzogni, che firma un biennale, per tentare l'immediata risalita. Dopo aver vinto il campionato VII Serie nella stagione 64, l'anno seguente il Lecce, fra molte difficoltà sportive e societarie (fra cui il disimpegno del patron Silnogard, che lascia la società in autogestione), arriva 5° in VI Serie e perde lo spareggio salvezza, retrocedendo nuovamente in VII. In seguito alla retrocessione, non si presenta nessun acquirente e la società viene dichiarata fallita e inadempiente per tutti gli obblighi burocratici e finanziari, subendo una seconda retrocessione d'ufficio nell'ultima categoria nazionale. L'anno seguente verrà rilevata da un piccolo manager e cambierà denominazione e ragione sociale, non rappresentando più il territorio leccese.

Stadium[edit]

Salento Stadium is the arena of Lecce F.C..

  • Posti totali: 30 000

  • Gradinate: 16 000
  • Tribune: 8 000
  • Tribune coperte: 5 500
  • Poltrone VIP: 500

Classifica cannonieri Lecce F.C.[edit]

Daniele Minardi, il miglior marcatore nella storia del Lecce.
Nat Name Gol
Italia Daniele Minardi 34
Italia Ivano Maccioni 30

Allenatori Lecce F.C.[edit]

Nat Name Stagioni
Italia Duilio Zappaterra 53-55
Italia Marco Frasson 56
Italia Ubaldo Muraglia 57-63
Italia Paolo Sonzogni 64-65