Brianza Velenosa

From Hattrick
Jump to navigationJump to search
Brianza Velenosa (1941659)
http://res.hattrick.org/teamlogo/20/195/1942/1941659/1941659.jpg
Stemmi precedenti
http://img88.imageshack.us/img88/3356/primologo.png Primo stemma
http://img820.imageshack.us/img820/8163/1941659.jpg Secondo stemma
Segni distintivi
Colori sociali: Bianco con scudo rosso
Soprannome: Biancoscudati, Velenosa
Simboli: Il Gattamelata
Dati societari
Città: Carugo (CO)
Paese: http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/a/a0/Flag_of_Veneto.png/22px-Flag_of_Veneto.png Veneto
Continente: Europe
Campionato: VIII.757
Fondazione: 04-06-2010
Presidente: MircoRoman
Stadio: Silvio Appiani (30000 posti)
Palmares
Campionati: http://wiki.hattrick.org/w/images/3/31/Division_VII.PNG http://wiki.hattrick.org/w/images/e/e9/Division_VIII.PNG http://wiki.hattrick.org/w/images/1/1f/Division_IX.PNG http://wiki.hattrick.org/w/images/c/c8/Division_X.PNG http://wiki.hattrick.org/w/images/1/12/Division_XI.PNG
Capocannoniere: http://wiki.hattrick.org/w/images/6/60/Goldenboot_VIII.gif http://wiki.hattrick.org/w/images/1/15/Goldenboot_IX.gif
Serie giovanili: http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif http://wiki.hattrick.org/w/images/f/f9/Goldenboot_X.gif http://wiki.hattrick.org/w/images/f/f9/Goldenboot_X.gif http://wiki.hattrick.org/w/images/f/f9/Goldenboot_X.gif

Brianza Velenosa è un club calcistico iscritto al campionato di Hattrick guidato dal presidente MircoRoman. Fondata il 4 Giugno 2010, milita attualmente nella serie VI. Ha vinto 5 campionati.

STORIA

Rinascere dalle proprie ceneri

Le radici di Brianza Velenosa affondano nel settembre 2009, quando il presidente, dopo lunghi colloqui con il fidato consigliere Italy Glepper (9281181) decise di intraprendere la nuova avventura nel mondo del football. Fu così che nacque la tanto gloriosa, quanto sfortunata, Brianza Biancoscudata, scomparsa dallo scenario calcistico dopo due sole stagioni, entrambe vittoriose in XI e X serie, a causa di un colossale illecito sportivo. Terminato il periodo di inibizione, la società diede vita alla una nuova compagine, intenzionata a mantenere un forte legame col glorioso passato ricordandolo già nel nome: Brianza non più Biancoscudata, ma ora Velenosa.

Il nome

Il nome della squadra vuole rappresentare la doppia anima del suo presidente. Da una parte la Brianza, luogo in cui da alcuni anni il presidente aveva trasferito la propria attività, cercando e trovando inaspettate fortune, dall’altra il Biancoscudato, a memoria del grande amore per Padova, città e squadra calcistica. Dopo la radiazione subita, nell’impossibilità di utilizzare il nome originale, si decise per l’aggettivo Velenosa, di battistiana memoria.

Il simbolo

Il simbolo de Il Gattamelata, monumento equestre presente in piazza del Santo a Padova, fa la sua prima comparsa nel corso del 2010, seppure in forma ridotta, nello stemma societario. La scelta cadde su questo simbolo, e per gli stessi motivi si decise in seguito di dargli maggiore risalto all’interno dello stemma stesso, per rendere identificabili fin da subito le origini patavine della formazione, senza volere però prendere a prestito simboli già largamente utilizzati, quali lo scudo crociato. Il Gattamelata, inoltre, permette di trasmettere le idee di coraggio, amore per la battaglia e gloriose vittorie, ben incarnate dal soldato di ventura.

STAGIONI

Stagione 50 Serie VI.615

L'approdo in VI serie è stato alquanto rocambolesco, e il monte ingaggi risulta insostenibile. Presidente e Mister concordano sulla necessità di fare una nuova rivoluzione: drastica riduzione delle spese, soprattutto con l'acquisto di giocatori esperti (molto esperti...). Il campionato è un'altalena di emozioni, con qualche sorpresa (vittoria fuori casa in contropiede contro la quotata Screaming alla terza giornata) e molte delusioni: solo cinque vittorie totali, due delle quali contro un bot. All'ultima giornata, partita della disperazione, contro Real Case Pelati appaiata a 15 punti in penultima posizione, ma con una migliore differenza reti per Brianza. La partita si mette male fin da subito: vantaggio Real già al 4° minuto. Il pareggio viene raggiunto dopo una decina di minuti, ma è un fuoco di paglia: secondo e terzo gol ospite prima della fine del tempo. Il risultato cambia al sessantaseiesimo, con il 2 a 2 di brianza, ma a pochi minuti della fine è ancora retrocessione. All'86esimo scoppia il tripudio: non solo Brianza pareggia ed è salva, ma l'amico Glepper va in vantaggio, e anche per lui è sesta!!!

Stagione 49 Serie VII.737

Preparandosi alla nuova avventura in VII, la Società decide di anticipare i tempi rinforzando il reparto difensivo. All'uscita del girone, e dopo una rapida valutazione delle altre compagini, il Presidente si rende conto di aver commesso un errore di valutazione: forse, con un radicale cambio di strategia, sarà possibile tentare il doppio saldo. Ma gli iniziali errori vengono pagati a caro prezzo: l'ingaggio di giocatori d'esperienza TITANICI a prezzi esorbitanti inizialmente limita la liquidità a disposizione. Basterà però attendere qualche giornata perchè le cose si sitemino. La Dirigenza si gioca il tutto per tutto: per il centrocampo ci si affiderà a extraterrestri sulla soglia dei 30 anni (Dulksnius, Rusinowski, Francesch); per il resto a giocatori di categoria propensi ad attaccare. E il genio di Mr Blanch fa il resto: possesso palla a centrocampo grazie a un TS elevatissimo per tutta la stagione, e un lato dell'attacco magnifico per sfondare la linea difensiva avversaria. E tutto funziona a meraviglia, impreziosito dal raggiungimento del quarto turno di Coppa. Un primo passaggio a vuoto si registra al termine del girone d'andata, con una sconfitta interna (meritata), e un pareggio esterno (tuttavia prezioso, contro quel Real Poggio con un centrocampo da favola, guidato da Capitan Futuro DDR). Il girone di ritorno comincia con la vittoria contro la corazzata Real, ma una nuova sconfitta contro yersina (0 punti in due incontri...) e la sconfitta casalinga a quattro giornate dal termine contro Beneamata fanno precipitare Velenosa fuori dalla zona promozione. All'undicesima giornata la svolta: Yersina e Real Poggio pareggiano, Velenosa torna in testa vincendo in trasferta contro Enricolese (ultima, ma mai sconfitta in casa fino a quel momento...). E la settimana successiva scontro diretto con Yersina seconda in classifica. Centrocampo sovrastante, e con la doppietta di Hulpiau e le reti di Vallefuoco e Barwig E' SESTAAAAAA

Stagione 48 Serie VIII.757

La dirigenza decide di non fare grandi investimenti per la stagione, limitandosi a rinforzare il reparto avanzato con degli specialisti. I risultati iniziali, alquanto altalenanti, convincono il Mister ad abbandonare il fin da subito l'esperimento 2-5-3. E, col passare delle giornate, gli danno ragione, Velenosa raggiunge la testa della classifica. A metà torneo, tuttavia, Aries torna in testa, complice la scarsa vena prolifica degli avanti Biancoscudati.

La lotta per la prima posizione è alquanto serrata, fino ad arrivare al match-clou Aries-Brianza a 3 giornate dalla fine. Partita capolavoro, con il dominio assoluto della prima frazione di gioco, che garantisce il successo finale. Il sabato successivo, contrariamente alle più rosee aspettative, Brianza Velenosa è promossa in VII serie!!! E la domenica successiva, largo ai giovani cresciuti nel vivaio: sonora sconfitta, ma al triplice fischio è festa grande!!! L'annata, oltre che per il successo finale, sarà ricordata per il titolo di capocannoniere di Tito Soneira, e per le amicizie strette con i compagni di Serie, nella speranza non reincontrarli troppo presto...

Stagione 47 Serie VIII.757

La stagione 47 è ricca di delusioni per Brianza Velenosa, a cominciare dalla mancata promozione auspicata ad inizio stagione. La squadra era reduce dal buon finale di campionato dell'anno precedente, durante il quale erano stati acquistati gli elementi per il 2-5-3 voluto dal mister. Già alla prima giornata si capisce che la promozione non sarà facile: un netto 3 a 0 premia ZenaCFC1893, e Velenosa se ne torna a casa con le pive nel sacco. La stagione continua tra alti e bassi: buone vittorie in casa, ma costantemente sconfitti in trasferta negli scontri diretti. In aggiunta, qualche pareggio di troppo con squadre nettamente inferiori sul piano del gioco fa perdere contatto fin da subito con le posizioni di testa. A 3 giornate dalla fine anche la matematica chiarisce che si dovrà rimanere ancora in VIII serie... Al termine della stagione sale meritatamente in VII serie ZenaCFC1893, mentre l'amico IcemanKimi con la sua FC KRT si piazza secondo; solo quinta l'A.S. Aries, imbattibile in casa (7 vittorie in 7 incontri), balbettante in trasferta. La società, pur riconsiderando quale sia la reale forza della squadra e recriminando in numerose occasioni nei confronti della sfortuna e del random, decide di non cambiare strategia per l'anno a venire: squadra confermata in blocco, acquisto di due giovani promesse, da lanciare nel calcio che conta al termine di una stagione fatta di allenamenti intensi.

Stagione 46 Serie VIII.757

Le aspettative per la nuova stagione sono ridotte: anche questo dovrebbe essere un anno di transizione. Tuttavia, dopo aver visto la composizione della serie, la Società decide di cambiare strategia. Rispetto all'anno precedente, infatti, oltre all'FC Antium, promossa direttamente, manca anche Les Merengues, promossa d'ufficio come seconda. La serie è così composta da ben 3 neopromosse, che sembrano alla portata di Velenosa, così come lo sembrano le squadre incontrate la stagione precedente. L'unica incognita riguarda la squadra retrocessa dalla VII serie, l'A.C. Maiolica, molto ben attrezzata. Per questo motivo, si decide di puntare su alcuni centrocampisti d'esperienza: Fritz-Georg Guzmann, Bérenger Guillas, Juan Luis Coulin, e Mattias Söderhall. Altre novità vengono dall'ampliamento dello stadio, ora a 21000 posti, ma soprattutto dalla vendita di un giovane del vivaio, Tomas Corigliano, che con i ricavi dalla sua cessione (1224000 €) consente alla società di programmare al meglio la stagione.

Prima partita ufficiale, di Coppa, e prima gioia per i tifosi: ai supplementari, Velenosa ha la meglio su Carlentini per 2 a 1!!! Purtroppo il campionato non regala altrettanta gioia: alla prima di andata è solo 1 a 1 sul campo si Sampietrina, nonostante Velenosa domini per lunghi tratti dell'incontro. Ma è solo l'inizio. Alla seconda giornata, infatti, Velenosa è sconfitta in casa dalla sorprendente FC KRT, e la prima vittoria arriva solo al terzo turno di campionato. Dopo altre due sconfitte, la società decide di intervenire: via gli ultimi acquisti a centrocampo e nuova fiducia alla vecchia guardia; cambio in difesa con tre splendidi centrali (Jonah Raphael Tatarek, Gejza Marek, Hed Berlin); in attacco, a malincuore, via anche Ole Blom, Pericle Montefusco e Alexandre Marques Pacheco, sostituiti da Tito Soneira e Hassan Myrvold.

Il nuovo corso dà i suoi primi frutti, con un pareggio e due vittorie: la salvezza è conquistata con largo anticipo. Memorabile la prima partita con Velenosa del 18enne Roberto Bini, proveniente dalle giovanili: hattrick all'esordio!

L'andamento della squadra nel corso della stagione si rivela altalenante: tra alti e bassi, si arriva a una salvezza tranquilla, ma la Società non è contenta, e già durante la pausa decide di investire per completare l'organico.

Stagione 45 Serie VIII.757

Come preannunciato dal Presidente, durante la pausa non vengono effettuati movimenti importanti in entrata o in uscita, continuando a puntare sui giocatori e sul mister che hanno dominato la stagione precedente. Si capisce fin da subito che sarà un campionato di transizione, alcune compagini della nuova serie sono inarrivabili, con le altre ci sarà da lottare, ma una salvezza tranquilla sembra raggiungibile. Le novità stagionali hanno riguardato l'ampliamento dello stadio, portato dai 12000 posti iniziali agli attuali 14999 (per rientrare delle spese di costruzione, a malincuore, si è deciso di privarsi di un giovane da poco aggregato in prima squadra, Pier Francesco Ciccuttini), e l'esordio in Coppa Italia (terminato con un onorevole 0-4) contro la Torpedo Brana del simpatico Amilcar Cabral.

Ottimo inizio di stagione, con tre vittorie nei primi quattro incontri: la squadra è ben attrezzata per la nuova serie, e la quota salvezza, preventivata a 15 punti, sembra tranquillamente raggiungibile.

Alla quarta di campionato la società comunica di voler cambiare strategia per puntare, a medio termine, al salto di categoria: vengono acquistati dei giovani talenti per rinforzare il reparto difensivo e il centrocampo laterale, ma ciò comporta l'addio, a malincuore, di alcuni giocatori che hanno dato un contributo fondamentale nella stagione in corso e in quella precedente. I primi a partire sono Dhaker Rbaï e Ward Poons, seguiti da Il Mago di Öz Serkan Özpınar, Pirmin Fiumedinisi e Vesa Harrivaara. Si tratta di una scelta difficile, ma i consigli del consulente di mercato di Italy Maggot89 (7603329) trovano il consenso del Presidente, e inizia così una piccola rivoluzione. Per vedere se avrà successo si dovranno aspettare non meno di due stagioni, ma forse quella è la strada giusta.

La stagione prosegue tra alti e bassi, ma la salvezz viene raggiunta senza particolari affanni: salvezza tranquilla doveva essere, e salvezza tranquilla è stata.

Stagione 44 Serie IX.831

Per la prima volta in IX il presidente cambia strategia: non volendo essere schiacciato dalle corazzate, decide di potenziare il reparto difensivo, su suggerimento di Mr V(R)izla, acquistando 3 nonni potenti, presagendo un campionato all’insegna del pressing. Anche la linea di centrocampo viene rinforzata, cedendo a malincuore i 3 giovani cresciuti durante la precedente stagione (Er cinese Zonting, Olhagaray, e il veloce Ribers), sostituendoli con altrettanti centrocampisti maggiormente attenti alla fase difensiva (El Magrebo trapiantà Abu-Musa, Leal Dias, e Skunk Strunk).

La società decide di investire sugli specialisti, continuando quando iniziato al termine della precedente stagione: in attacco erano arrivati l’imprevedibile Marques Pacheco, il veloce Blom, l’ariete Montefusco. Per rifornire l’attacco con i loro cross, ci si affida a Fiumedinisi, agli scatti di Harrivaara, e alle giocate di Özpınar, sempre pronto a tagliare verso il centro per incornare in rete.

Il campionato non è ancora iniziato, e la società rivede le proprie posizioni, considerando innaturale stravolgere la propria filosofia di gioco, rinchiudendosi in difesa e rinunciando a fare quello che meglio le è riuscito negli ultimi anni: giocare al calcio a viso aperto. Dopo una sola settimana, i 3 vegliardi appena acquistati vengono rivenduti, con i notevoli introiti ricavati per la difesa centrale vengono reclutati il booster Pons, e Rbai, specilizzato nel gioco aereo. Dopo l’esordio in IX i giornali locali titolano Buona la prima!: Leatuframa va in vantaggio, ma viene presto raggiunta e superata: i gol di Testa grossa Montefusco, Ole Ka BOOM Blom, e il Mago di Öz Özpınar, sono una conferma della lungimiranza societaria. Ma le sorprese non sono finite: già d’accordo con la società, Mr V(R)izla decide di lasciare la direzione tecnica della squadra, motivando la decisione con la diminuzione della propria motivazione il carisma (ormai a livello tremendo) che esercita sulla squadra. Prende il suo posto Mr Vad-Jensen, allenatore di livello sicuramente inferiore, ma che fa del carisma (buono) la propria arma: la società decide di puntare sul gruppo, a discapito della velocità di crescita dei propri giocatori.

La squadra non sembra risentire del cambio tecnico: vengono inanellate altre 6 vittorie consecutive, compresa quella contro la diretta inseguitrice, la PolisportivaVigorGrandate, al termine del girone d'andata Brianza Velenosa è campione d'inverno! Nel frattempo, Malik Yousef Abu-Musa ha lasciato la squadra, sostituito dal più giovane Fredrik Thorstensson, detto El Vikingo, quel centrocampista con grandi doti aeree, a lungo cercato e finalmente trovato. Le novità non sono finite: viene promosso in prima squadra il giovane Ragno Nero Antonio Gagliano, portiere di buone speranze; il Presidente è raggiante: l'investimento nel vivaio dà i suoi primi frutti, ma non saranno gli ultimi. I Boce Scudati vincono il loro primo torneo giovanile, l'internazionale 666, metttendo in mostra diversi giovani destinati a crescere tra i grandi.

Il girone di ritorno inizia nel peggiore dei modi: in settimana, uscita anticipata dalla Coppa Petrella, dopa una partita intensa quanto sfortunata; nel week end, sconfitta contro la Polisportiva, e Leatuframa (ora seconda) a soli 2 punti... La squadra non molla, fa quadrato, sostenuta anche dalla società e dai tifosi, che continuano a crederci. Così si ricomincia a vincere, una partita dopo l'altra, fino ad arrivare a 3 giornate dal termine, e poter nuovamente festeggiare: è VIII!!! Gran merito della promozione anticipata va alla Polisportiva (alla fine del torneo, promossa come seconda), che la settimana precedente aveva vinto lo scontro diretto contro Leatuframa.

Ma il campionato non è finito, e il Presidente, dopo un intero campionato da capolista, vuole vincere la serie. Sarà accontentato la settimana seguente: primo posto matematico e Presidente portato a spalla a fare il giro del campo, con i tifosi in tripudio. MircoRoman mostra a tutti pollice, indice e medio alzati: questa volta non è un hattrick, ma il numero di promozioni consecutive!!!

La ciliegina sulla torta arriva all'ultima giornata: titolo di capocannoniere per Alexandre Marques Pacheco, che stacca tutti con un fantastico hattrick!

Stagione 43 Serie X.2105

La 43esima stagione viene preparata nel migliore dei modi: durante la pausa per il calciomercato viene ringiovanita la squadra, creando un mix di giovani speranze da fare crescere sotto la guida di giocatori esperti. Anche l’allenatore è nuovo: Mr Serafini saluta e viene ingaggiato Mr V(R)izla.

Il campionato inizia nel migliore dei modi: 4 vittorie consecutive. Ma è alla quinta giornata che va in scena il primo vero test importante, contro quel Real Lombardia che con Sarazeda e Mateus incanta a suon di gol. Il risultato finale è un pareggio, raggiunto solo al 77°, dopo ben 4 azioni da gol gettate al vento, ma la testa della classifica viene mantenuta. Due settimane dopo, altro match importante, contro acerno, arcigna formazione ben messa in campo, che già aveva fermato sull’1 a 1 Real alla seconda giornata. Altro pareggio per Velenosa, che dopo esser passata in vantaggio, viene addirittura superata. Al termine della partita l’aria negli spogliatoi è tesa, la squadra è scivolata al secondo posto, dietro a Real con una migliore differenza reti (+24 Vs. +23). Il Presidente in un duro faccia a faccia con il Mr lo accusa di aver sottovalutato l’avversario, scambiando il match per una partitella di allenamento. Mr V(R)izla si assume le proprie responsabilità, e la settimana seguente dimostra di aver imparato la lezione: sonoro 5 a 1 alla stessa acerno nella prima giornata del girone di ritorno.

Il 16 ottobre 2010 Brianza e Real si incontrano, ancora appaiate in testa. Partita emozionante, con gli ospiti in vantaggio col solito Mateus, in contropiede, dopo un’azione da rete fallita da Cabbar Hicret. C’è il tempo di recuperare, siamo solo al 3° minuto. Velenosa macina gioco, crea altre 4 azioni da gol, rischiando di subire lo 0-2 ancora in contropiede, ma la porta avversaria sembra stregata: sarà 0 a 1 fino al termine. Tre punti e 12 reti da recuperare, lo spirito della squadra ne risentirà fino al termine del campionato, ma si continua a sperare: devono ancora essere giocati degli scontri importanti.

Nelle ultime giornate Mr Rizla si gioca il tutto per tutto, con formazioni "tutti avanti" estreme: le reti fioccano, 4 alla temibile Fucecchia, 9 a Sturmaufstieg, mentre gli avanti di Real Lombardia sembrano essersi inceppati. Dopo due sole giornate, la differenza reti scesa a +1.

Alla penultima di campionato avviene l’imponderabile: acerno dimostra tutto il proprio valore andando a vincere sul campo di Real Lombardia, ma la modesta Sharjs rifila ben sei reti (contro 4) a Brianza, sbagliando pure due facili occasioni da gol. Al termine della giornata, nulla è cambiato in testa alla classifica, ma a tutti sembra di aver sprecato l’ultima possibilità di rimonta.

Giornata numero 14, ultima di campionato. Velenosa affronta i cani ribelli, squadra allo sbando già alla prima di campionato, mentre Real va a fare visita a Fucecchia, formazione indecifrabile, capace di grandi imprese, ma anche di sciogliersi come neve al sole. Brianza conclude la pratica cani ribelli molto velocemente (pur essendo andata in svantaggio all’8° minuto...), con le prime reti dei nuovi punteros Montefusco, Bloom, Marques Pacheco, preventivamente ingaggiati per la nuova stagione. Real trova filo da torcere, va sotto al 17°, pur dominando il centrocampo si affida al contropiede, e la giornata di sole impedisce al potente Sarazeda di giocare come sa. Ma questa formazione ci ha abituati a rapidi ribaltamenti del risultato nel corso degli ultimi 20 minuti di gioco, e oggi le basta un pareggio. Invece... Invece avviene il miracolo, al 70° arriva il raddoppio di Fucecchia, al 79° il colpo del definitivo K.O. L'Appiani diventa una bolgia, i tifosi si riversano sul campo per portare in trionfo giocatori e Mr V(R)izla, autori di qualcosa di impensabile fino a poche ore prima.

È IX, la città continuerà a festeggiare per diversi giorni, non c’è balcone dove non sventoli un drappo biancoscudato...

Stagione 42 Serie XI.819

La stagione 42 inizia all’ultima giornata del girone di andata. I soldi sono pochi, il tempo per allestire la squadra al meglio pure, ma Mr Serafini riesce a fare del suo meglio fin da subito, affidandosi a un folto gruppo di giocatori ormai sul viale del tramonto, ma in grado di far valere la grande esperienza maturata nel corso degli anni. Inizia la leggenda de “i 18 del Geriatrico", ossia i giocatori ingaggiati in sole 24 ore dal presidente, in un mercato senza sosta. Molti faranno solo qualche apparizione in campo, ma il loro contributo sarà comunque determinante, chi per le giocate, chi per le plusvalenze finanziarie che renderanno ancora più ambiziosa la società.

Il 5 giugno 2010, all'Appiani, va in scena la prima partita di Brianza Biancoscudata: nemmeno il tempo di organizzare un’amichevole, che già si devono incrociare i tacchetti con Spam Spriz, altra Fenice neo-risorta. I 1495 spettatori (12675 € l’incasso) possono ammirare Gandola - Jurdana, Simacio, Hryniewicz (70° Barbeitos) – Haimov (Cap.), Florescu (75° Moreni), Carlsen, Uusitalo, Zanardi - Młynek, Patruno (71° Carretti) (in panchina: Durante, Hanke), in un 3-5-2 che rimarrà un classico anche negli anni a venire. La cronaca narra che “È discutibile il rigore che al 31° minuto permette ai padroni di casa di passare in vantaggio, 1 a 0, il portiere ospite non ha potuto far nulla contro Octavian Florescu.” È così che inizia una lunga cavalcata, che terminerà con il primo posto al termine del campionato, dopo 8 vittorie consecutive, compreso lo scontro diretto con l’ottima FC Agostino.

STAGIONI

Stagione Premi Serie Coppa Nazionale
50 VI in VI.615 I turno
49 http://wiki.hattrick.org/w/images/3/31/Division_VII.PNG Primo in VII.737 IV turno
48 http://wiki.hattrick.org/w/images/e/e9/Division_VIII.PNG http://wiki.hattrick.org/w/images/6/60/Goldenboot_VIII.gif Primo in VIII.831 I turno
47 III in VIII.757 I turno
46 IV in VIII.757 II turno
45 IV in VIII.757 I turno
44 http://wiki.hattrick.org/w/images/1/1f/Division_IX.PNG http://wiki.hattrick.org/w/images/1/15/Goldenboot_IX.gif Primo in IX.831 Non partecipante
43 http://wiki.hattrick.org/w/images/c/c8/Division_X.PNG Primo in X.2105 Non partecipante
42 http://wiki.hattrick.org/w/images/1/12/Division_XI.PNG Primo in XI.819 Non partecipante

Capocannonieri

GIOCATORI

Portieri

1 Spain Ignasi Toriella El Toro - 12 Belgium Dietrich Verdin Lo Zio

Terzini

2 Germany Jonah Raphael Tatarek Sturmtruppen - 3 Czech Republic Gejza Marek Lo Zar

Difensori Centrali

4 Germany Pompeo Sardone Sciuscià - 13 Germany Waldemar Hammerle The Hammer

Centrocampisti centrali

5 Sweden Fredrik Thorstensson El Vikingo - 6 Portugal Everton Leal Dias El muto - 8 Germany Arno Strunk SkunK - 19 Spain Jesús Mansur Gesù

Ali

7 Switzerland Stéphane Davoust Milka - 11 France David Gallet Il Galletto

Attaccanti

97 Spain Olindo Carantoña El Cabezón - 10 Belgium Théo Hulpiau Random

Vecchie Glorie

  • Israel Pini Haimov: è l’apripista de “i 18 del Geriatrico”, il primo acquisto della storia della società. Ala di ruolo, con ottima visione di gioco e piedi vellutati, si fa amare subito dai tifosi che gli dedicano il coro “All'AlaDestraC'E'-PiniHaimovChe-ParalaEbraicoE-DriblaEPoiFaGol!!!”. Due sole le partite all’attivo, ma un ricordo indelebile: il primo non si scorda mai. Attualmente allenatore/giocatore dell'IsänJK, squadra finlandese.
  • Romania Octavian Florescu: alla veneranda età di 34 anni, viene chiamato a comporre con Carlsen e Uusitalo un centrocampo ricco di idee e piedi buoni, ma scarso di fiato. Compie il suo dovere, e ha il merito essere il primo a gonfiare la rete avversaria: il 5 giugno 2010, al 31° minuto, porta in vantaggio Brianza Biancoscudata con un discusso rigore. Portiere da una parte, pallone dall’altra, e poi via, corsa a perdifiato sotto la curva...
  • Poland Cyprian Piękoś: giovane acquistato per rinforzare la linea difensiva della squadra, si ritaglia invece fin da subito un posto a centrocampo. Gioca solo quattro partite con i Biancoscudati, ma rimarrà nella storia societaria per essere stato il primo hattricker: il 17 luglio 2010, all’86° di AC Abruzzo-Brianza Velenosa, “Uno-due-tre! ed è hattrick per Cyprian Piękoś!
  • Spain Tito Soneira: attaccante di razza, entra nel cuore dei tifosi alla pari del suo predecessore Emiliano Scornavacca. Viene soprannominato Tito Drin Drin perchè quando è l'ora di buttarla dentro è sveglio come un campanello. Capocannoniere, trascina Brianza in settima divisione.

ALLENATORI

  • Italy Dario Serafini Stagione 42

Il Mister della prima stagione. Otto partite, otto successi, con promozione in X serie a coronare il tutto. Uomo di poche parole e sani princìpi: "Tuto quel che se movi su l'erba, daghe. Se xe la bala, pasiensa."

  • Latvia Modestas Vizla Stagione 43

Mr V(R)izla emula il suo predecessore, anche lui termina la propria avventura con la promozione al primo tentativo, in IX. Faticando a trovare nuovi stimoli, lascia la guida della squadra dopo l'esordio vittorioso nella nuova serie. Taciturno, non sono rare le incomprensioni con il Presidente. Memorabile il suo dubbio amletico (costante) "Partitella o normal? Normal o partitella?"

  • Norway Simon Vad-Jensen Stagioni 44, 45, e 46

Anche il Conte V(L)ad centra la promozione al primo anno, capolista dall'inizio alla fine, non era facile. Chiara la sua filosofia "Baea longa e pedaeare!!!" Ha il suo bel daffare in VIII, ma, senza affanni, conduce la squadra alla salvezza per 2 stagioni consecutive.

  • Spain Jordi Blanch Stagione 48

Quarto Mister, sarà l'artefice della quarta promozione? Ebbene sì, la quarta promozione è tutta sua!

GIOVANILI

Boce Scudati

La squadra giovanile di Brianza Velenosa, denominata Boce Scudati (Ragazzini Biancoscudati) nasce in concomitanza con la fondazione del Club. L'allenatore è Gianluca Labunda, giovane di belle speranze, ma ancora acerbo. Enrico Di Stefano, Claudio Marchetta, e Massimo Cagnazzo sono gli uomini deputati a scovare nuovi talenti in giro per l'Italia, ad oggi, senza successi eccezionali. La squadra gioca nel campo Parrocchiale di Busa, gentilmente concesso da Don Silvano Valente.

Le stelline: Antonio Gagliano: buono in parate, a lungo titolare in prima squadra; Pier Francesco Ciccuttini: multiskill accettabile, venduto a 799500 €, con i ricavi della sua vendita è stato ampliato lo stadio; Tomas Corigliano: 17enne, buono in difesa, accettabile in regia, venduto a 1224000 €, maggior ricavo da cessione della Società; Aimo Belgrano: promosso in prima squadra, destinato ad andarsi a fare le ossa altrove, nella speranza di riaverlo con noi in un remoto futuro, lascia la squadra giovanile dopo 33 partite, 43 reti segnate (7 doppiette e 5 hattrick, 1.30 gol a partita) e il titolo di capocannoiere della stagione 44.

Serie

Stagione Premi Serie Tipo Partecipanti Posizione
49 http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif Campionato giovanile MdH-Serie E Nazionale 6 Primo
48 http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif http://wiki.hattrick.org/w/images/f/f9/Goldenboot_X.gif Fagiani Nazionale 4 Primo
48 PBFNB Jeugdcompetitie Internazionale 4 Secondo
48 http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif tore-sen Internazionale 4 Primo
47 http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif Mindenkibeléphet Internazionale 4 Primo
47 http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif http://wiki.hattrick.org/w/images/f/f9/Goldenboot_X.gif Enzo Francescoli Internazionale 4 Primo
46 possu Internazionale 4 Secondo
46 OLYMPOS CUP Internazionale 4 Terzo
45 1AA League Internazionale 8 Quarto
44 http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif http://wiki.hattrick.org/w/images/f/f9/Goldenboot_X.gif Amateur Champions League Internazionale 8 Primo
43 http://wiki.hattrick.org/w/images/f/fc/Trofe-02-new.gif 666 Internazionale 8 Primo
43 1. Відкрита ліга українців Internazionale 4 Secondo
42 BoSs league Internazionale 6 Quarto

DIVISE UFFICIALI

Prima squadra

http://res.hattrick.org/kits/12/118/1173/1172841/matchKitLarge.png La divisa per le partite casalinghe riprende quella del Centenario dell'A.C. Padova, festeggiato per l'appunto nel 2010. La divisa per le partite in trasferta riprende quella indossata dall'A.C. Padova il 21 giugno 2009 in occasione dela vittoriosa finale di ritorno dei Play Off di Lega pro, contro la Pro Patria a Busto Arsizio (VA), segnando il ritorno in Serie B dopo undici lunghissimi anni. http://res.hattrick.org/kits/12/118/1173/1172827/matchKitLarge.png
Casa Trasferta

Squadra giovanile

http://res.hattrick.org/kits/12/118/1175/1174679/preview.png La divisa della squadra giovanile per le partite casalinghe riprende quella dell'U.S. Busa anni '80 La divisa della squadra giovanile per le partite in trasferta richiama le maglie da rugby, filosofia alla quale i giovani scudati si ispirano http://res.hattrick.org/kits/12/117/1167/1166681/preview.png
Casa Trasferta

CURIOSITA'

  • Prima partita: Brianza Biancoscudata - Spam Spritz: 2-0 (31° Florescu (r), 83° Uusitalo), il 5 giugno 2010, 42, XI.819
  • Prima rete: Romania Octavian Florescu, al 31° di Brianza Biancoscudata - Spam Spritz, il 5 giugno 2010, 42, XI.819
  • Maggior numero di gol segnati: La Storta - Brianza Velenosa: 0-13, il 3 settembre 2011, 46, VIII.757
  • Maggior numero di gol subiti: Brianza Velenosa - FC Antium: 0-8, il 30 aprile 2011, 45, VIII.757
  • Acquisto più oneroso: Spain Olindo Carantoña, per 2000000 €
  • Maggior ricavo da cessione: Italy Tomas Corigliano, per 1224000 €
  • Partita con più spettatori: Brianza Velenosa - A.S. Aries: 0-6, 21000 spettatori (Sold Out), il 10 settembre 2011
  • Vittorie consecutive: 12 partite ufficiali, serie interrotta l’11 settembre 2010, Real Lombardia – Brianza Velenosa: 1-1, 43, X.2105
  • Risultati utili consecutivi: 17 partite ufficiali (15 vittorie, 2 pareggi), serie interrotta il 30 ottobre 2010, Brianza Velenosa - Real Lombardia: 0-1, 43, X.2105


Hattrickers (Prima squadra): Poland Cyprian Piękoś Hungary Csaba Matits Italy Pericle Montefusco (2) Portugal Alexandre Marques Pacheco (2) Italy Roberto Bini Spain Tito Soneira (2) Germany Heinz-Jürgen Krems Norway Hassan Myrvold Portugal Everton Leal Dias Croatia Miljenko Grandov

Hattrickers (Squadra giovanile): Italy Tancredi Reggiani Italy Aimo Belgrano (5) Italy Eugenio Buffon Italy Stefano Sottocornola Italy Piero Allegra Italy Aldo Agabiti Italy Vanni Lomezo


I 18 del Geriatrico: Sono i primi 18 giocatori ingaggiati dal Presidente, nella stagione 42. Molti di loro scenderanno in campo poche volte, alcuni solo nelle amichevoli, altri invece arriveranno al termine del campionato. In ogni caso, Brianza Velenosa inizia con loro. Ecco i loro nomi: Pini Haimov (34, il primo acquisto), Luke Simacio (30, buona ala, il primo marcatore), Bartul Jurdana (buon difensore centrale), Noah van den Hoven (mai in forma, mai in campo), Nils Hanke (34, mai in condizione accettabile, mai sceso in campo), Daniel Młynek (31, trequartista, gioca l'intera stagione), Eddie Busch (trequartista, gioca poco, in concorrenza con Młynek), Aleksander Hryniewicz (34, ala, gioca una sola partita), Álvaro Barbeitos (difensore centrale, gioca le prime partite), Ville Uusitalo (32, buon centrocampista), Octavian Florescu (34, buon centrocampista), Frederik Carlsen (32, centrocampista centrale di livello superiore), Lodovico Patruno (34, prima punta, ogni tanto la buttava dentro), Søren Kjeldberg (centrocampista, non gioca mai), José Carbajo (mai in campo), Heinz Leifeld (riserva della riserva dell'ala titolare), Joshua Bupp (23, il primo portiere), Lukáš Barabáš (mai in campo).