It/Club Miramare

From Hattrick
Club Miramare
http://res.hattrick.org/teamlogo/3/24/234/233482/233482.jpg
'
Country: Italy Italy
City: Fregene
League: V
Founded: 22-01-2004
Manager: Dott_Iolo
Coach: Italy Andrea Potenza
Stadium: Mauro Casciola di Fregene (56.000 posti)
Club colours: Dark Blue and White
Funclub: i Berserker - Brigata levratti
Division VI.PNG Division VI.PNG Division VI.PNG Division V.PNG
Championship: 4
Promotions: 4
Coppa del Litorale: 2
Coppa del Conero: 1


Le origini

Il Club Miramare e' una societa' calcistica di Fregene [http://it.wikipedia.org/wiki/Fregene ] fondata nel 2004 dalle ceneri della "S.S.C. Fregene Nord. La squadra e' rappresentativa della parte Nord della famosa localita' balneare vicino Roma.



Hattrick a Fregene

Hattrick compare per la prima volta nel 2003. Il primo team fondato, il Point Break, risale al 2003. Subito dopo sara' la volta della S.S.C. Fregene Nord. Le due compagini daranno vita al primo storico Old Firm per sancire la superiorita' sul territorio. Le sfide, sempre corrette e sportive, potevano valere piu' di una stagione.

Subito dopo vengono fondate, quasi in contemporanea, altre due squadre: S.D. Fregene 03 e S.S.Fregene Sud.


I primy derby

Fregene conta quattro squadre che si dividono il territorio dando cosi' vita ad accese partite su cui svetta il classico Old Firm.

Altri derby per il S.S.C. Fregene Nord:

Derby delle Sirene con S.D. Fregene 03

Stracittadina con S.S. Fregene Sud


La prima Coppa del Litorale e la partita perfetta

La squadra gioca bene e convince ma non riesce a vincere il campionato. Grande soddisfazione dara' invece la Coppa del Litorale, manifestazione dedicata alle squadre del litorale romano. La prima edizione vede in semifinale l' Old Firm. Nell'immaginario collettivo viene vista come la grande partita, piu' importante forse della vittoria in finale. Le due squadre che si affrontarono:


Point Break (4-4-2): Coy - Segala Piroddi Perri Sanguesa - Miscopein Green Marro Askensten - Kärkkäinen Baccolini

Fregene Nord (4-4-2): Brambillia - De Rose Král Dalpasso Raso - Tykkylainen Levratti Bisiacco Johansen - Ahlapuro Golfarelli

Risultato: 1-2

Marcatori: Levratti (32') Bisiacco (64') Segala (72')

Espugnato il Point Break Arena!


La squadra vincera' poi facile la finale per 4-1 giocando tra le mura amiche. I marcatori dell'incontro furono: Golfarelli, Falquist, Ahlapuro, Bartolomeo.

Si stava chiudendo un'era. Di quel periodo i tifosi ricorderanno sempre l'ossatura della squadra composta dalla Quinta del Levratti composta dai giovani centrocampisti Levratti e Dalpasso, gli attaccanti Golfarelli e Ahlapuro ed il terzino De Rose.


La svolta del 2004: l'era del Dott_Iolo

Con l'inizio del 2004, l'S.S.C. Fregene Nord cambia e prende la denominazione di Club Miramare. La squadra sara' sempre legata alla zona Nord che sempre sara' l'elemento caratterizzante, tutt'oggi.

Il nuovo proprietraio e' Dott_Iolo, magnate nel campo della comunicazione che porta con se una ventata di modernita' e spirito di impresa. Viene fondato il nuovo centro di allenamento Fregenello che sara' all'avanguardia nel suo genere grazie al tecnologicissimo FregenLab e viene inaugurato il primo canale dedicato: Fregene Channel.

Si circonda di vecchie glorie del passato per costituire uno staff competente e legato alla tradizione e i valori del passato.

Viene ingaggiato il talentuoso centrocampista Armindo Peralta a cui vengono affidate le chiavi del gioco lasciando il lavoro sporco a Sergio Spurio; terminale offensivo sara' Roberto Valenza, cresciuto nel vivaio e anima e cuore di quella squadra. A completare la squadra il ruvido polacco Zalcman, idolo della tifoseria e soprannominato Cavallo Pazzo per le sue interperanze.


I risultati non tardano a venire e dopo un mese dalla fondazione il Club Miramare vince il suo primo trofeo: la Coppa del Conero. La Formazione (3-4-3) che scese in campo 17/02/2004:

Jónsson - Zalcman Kamerling Makaris - Peralta Tellini Liva Spurio - Bernardi Valenza Scavetta All. Mancinelli


Nonostante i tanti sforzi, anche economici grazie al supporto della Iolonet, la squadra non riesce ad essere incisiva in campionato; si classifica piu' volte seconda ma non riesce a centrare la promozione. In panchina si avvicendano vari allenatori e vengono acquistati giocatori che pero' non sembrano garantire il necessario salto di qualita'. Il progetto Club Miramare e' allo stato embrionale e sembra non riuscire a decollare.


Sarper Uz ed Everett Rogers: ascesa e consolidamento del Club

C'e' bisogno di una guida tecnica di spessore, di un uomo carismatico che sia responsabile del progetto tecnico. La societa' individua in Sarper Uz, tecnico tedesco di disciplina, l'uomo che fa al suo caso. Sarper Uz prende la squadra e la plasma a sua immagina e somiglianza: quadrata e volitiva. Per arrivare a lui lo sforzo economico e' rilevante: si sacrifichera' Peralta che scegliera' i petroldollari lituani. La campagna acquisti e' mirata e senza fronzoli. saranno due stagioni spettacolari in cui l'onta della sconfitta non verra' mai conosciuta. Beniamino della curva verra' soprannominato "Uz l'invitto!".

A lui succedera' Everett Rogers, tecnico statunitense che avra' l'arduo compito di tenere il Club Miramare in V serie. Partito con gli sfavori del pronostico e senza la fiducia della tifoseria ancora legata ad Uz, il tecnico riuscira' a guidare per quattro stagioni la squadra facendole fare in termini qualitativi il salto di qualita': vengono acquistati il falco nero Quirini, il forte stopper Lopez, detto il Califfo, lancera' un giovanissimo Santinello a completare il reparto con gli ormai maturi Kleven e Santarelli e affidera' l'attacco al duo aussies Snashall e Mackenzie supportati dall'ala Do Nascimento. La squadra lottera' in V serie per due stagioni vincendo due spareggi, retrocessa vincera' un'altro campionato di VI serie guadagnandosi un'atra promozione in V dove giungera' terza.



L'era olandese