It/ACF Iacopiana

From Hattrick
Jump to navigationJump to search
INTERWIKI

· English · Italiano ·

ACF Iacopiana
http://img64.imageshack.us/img64/1760/acfiacopianaufficiale.gif
Dati societari
Fondazione: febbraio 2008
Manager: IacBarlotti
Continente: Europa
Paese: Italy Italia
Regione: Firenze
Serie: IV.24
Colori sociali: verde-viola
Fan Club: Collettivo Iacopiano Viola
Palmares
Division VIII.PNG Division VII.PNG Division VI.PNG Division V.PNG Division V.PNG Division VI.PNGDivision V.PNGDivision V.PNG
Sito ufficiale
http://www.ht-arena.com/acfiacopiana

La ACF Iacopiana, più comunemente nota come Iacopiana, è una squadra italiana di Hattrick, più precisamente della regione Firenze. Iscritta dal febbraio 2008 e gestita dal manager IacBarlotti, milita attualmente nella serie IV.24 italiana.

La Iacopiana disputa le sue gare interne allo stadio Iacopian ArenA, con capienza di 55.000 posti, e vanta in bacheca 8 trofei per vittorie di campionato, con un totale di 7 promozioni. I migliori risultati raggiunti sono il 5° posto in IV serie (due volte) e l'8° turno di coppa Italia.

Storia del club

Stag. Serie Posizione G V P S GF GS DR Punti Spareg. Coppa
35 IX.870 14 4 0 10 22 41 -19 12 n.d.
36 IX.870 14 6 1 7 43 42 +1 19 n.d.
37 IX.870 14 6 1 7 42 42 0 19 n.d.
38 IX.870 Freccia Su.png 14 11 1 2 64 17 +47 34 n.d.
39 VIII.1387 14 6 3 5 43 35 +8 21 n.d.
40 VIII.1387 14 6 3 5 43 27 +16 21 turno 1
41 VIII.1387 14 7 1 6 37 28 +9 22 turno 1
42 VIII.1387 14 7 3 4 32 30 +2 24 turno 1
43 VIII.1387 Freccia Su.png 14 10 1 3 42 21 +21 31 turno 1
44 VII.790 14 6 4 4 39 25 +14 22 turno 2
45 VII.790 14 7 2 5 35 29 +6 23 turno 2
46 VII.790 Freccia Su.png 14 8 3 3 38 23 +15 27 turno 4
47 VI.295 14 7 1 6 36 32 +4 22 turno 3
48 VI.295 14 10 0 4 49 19 +30 30 turno 5
49 VI.295 14 8 1 5 51 36 +15 25 turno 4
50 VI.295 Freccia Su.png 14 11 1 2 66 14 +52 34 turno 3
51 V.21 14 10 0 4 38 29 +9 30 3-5 turno 7
52 V.21 14 9 1 4 38 26 +22 28 turno 2
53 V.21 Freccia Su.png 14 10 3 1 51 27 +24 33 turno 4
54 IV.37 14 6 2 6 30 18 +12 20 4-1 turno 4
55 IV.37 14 6 2 6 30 27 +3 20 4-0 turno 5
56 IV.37 14 6 1 7 30 41 -11 19 3-1 turno 4
57 IV.37 14 5 1 8 23 34 -11 16 4-0 turno 4
58 IV.37 Freccia Giu.png 14 1 1 12 16 42 -26 4 turno 3
59 V.59 14 6 3 5 31 30 +1 21 turno 2
60 V.59 14 7 5 2 55 24 +31 26 turno 8
61 V.59 14 7 1 6 30 38 -8 22 turno 2
62 V.59 14 6 3 5 51 33 +22 21 4-3 dts turno 4
63 V.59 14 6 2 6 29 38 +9 20 turno 4
64 V.59 14 4 4 6 30 31 -1 16 4-0 turno 5
65 V.59 14 6 2 6 33 40 -7 20 3-0 turno 3
66 V.59 14 4 2 8 35 55 -20 14 3-2 turno 2
67 V.59 Freccia Giu.png 14 4 0 10 32 60 -28 12 turno 2
68 VI.416 14 8 3 3 43 31 +12 27 turno 2
69 VI.416 14 9 1 4 50 37 +13 28 turno 3
70 VI.416 Freccia Su.png 14 12 2 0 51 11 +40 38 turno 2
71 V.42 14 6 3 5 33 25 +8 21 turno 5
72 V.42 14 5 3 6 32 36 -4 18 5-1 turno 2
73 V.42 14 6 4 4 41 29 +12 22 turno 5
74 V.42 14 5 4 5 29 27 +2 19 4-2 turno 6
75 V.42 1° 14 10 0 4 40 15 +25 30 0-5 turno 5
76 V.42 Freccia Su.png 14 11 2 1 37 11 +26 35 turno 4
77 IV.24 14 5 2 7 31 37 -6 17 7-0 turno 5
78 IV.24


Statistiche

  • A fine aprile 2021, la Iacopiana conta 43 campionati disputati (quattro di IX serie, cinque di VIII serie, tre di VII serie, sette di VI serie, diciotto di V serie, sei di IV serie), con 602 partite giocate di campionato per un totale di 300 vittorie (49,8%), 83 pareggi (13,8%) e 219 sconfitte (36,4%), con 1651 gol fatti e 1313 subiti. Sono esclusi dal computo spareggi promozione/retrocessione e le gare di Coppa.
  • Il piazzamento in campionato migliore della storia è il 5° posto in IV serie delle stagioni 54 e 55. In entrambe le stagioni la Iacopiana conquistò la salvezza allo spareggio.
  • Il miglior risultato in Coppa Italia è l'8° turno raggiunto nel dicembre 2015, ovvero i 64esimi di finale nella stagione 60. Dopo aver vinto in trasferta i primi quattro turni, la Iacopiana, che miliatava in V serie, riuscì a vincere tre gare casalinghe per poi arrendersi (0-5) contro milui team, club di II serie (che nella stagione 58 aveva vinto Serie A e coppa Italia).


Bacheca

La Iacopiana vanta in bacheca 8 trofei per vittorie di campionato, e un totale di 7 promozioni. Sono invece due le retrocessioni (una dalla IV serie e una dalla V serie).


Freccia Su.png  02/05/2009 promozione in VIII serie grazie al 2° posto nella serie IX.870 (stag. 38)

Division VIII.PNGFreccia Su.png 13/11/2010 primo posto in serie VIII.1387 (stag. 43) e promozione in VII serie

Division VII.PNGFreccia Su.png 15/10/2011 primo posto in serie VII.790 (stag. 46) e promozione in VI serie

Division VI.PNGFreccia Su.png 05/01/2013 primo posto in serie VI.295 (stag. 50) e promozione in V serie

Division V.PNG  27/04/2013 primo posto in serie V.21 (stag. 51)

Division V.PNGFreccia Su.png 07/12/2013 primo posto in serie V.21 (stag. 53) e promozione in IV serie

Division VI.PNGFreccia Su.png 23/02/2019 primo posto in serie VI.416 (stag. 70) e promozione in V serie

Division V.PNG  05/09/2020 primo posto in serie V.42 (stag. 75)

Division V.PNGFreccia Su.png 26/12/2020 primo posto in serie V.42 (stag. 76) e promozione in IV serie


Giocatori record

  • Gianluca Spiga, capitano multiskill, ed Anthony Losco sono stati nel 2008 i primi marcatori della storia del club in gare ufficiali e, seppur infortunati, sono ancora attualmente in rosa a oltre 65 anni di età.
  • Michele Fuligni, ala veloce pescata nelle giovanili nel luglio 2009 proprio nella regione di Firenze e promossa nel corso della stagione 41, è lo storico capitano della Iacopiana e il giocatore più rappresentativo. Con circa 30 stagioni in prima squadra, a settembre 2020 conta ben 425 presenze (complessive) e 118 gol (in gare ufficiali) con la maglia della Iacopiana. Il 2 luglio 2019, a 47 anni e 79 giorni, realizza una tripletta in gare ufficiali nel 1° turno di Coppa Italia contro una Squadretta di Dopolavoristi. Il suo carisma buono e l'alta esperienza lo designano da tempo come futuro allenatore della squadra, se e quando arriverà nelle serie più alte.
  • Roberto Favaretto, cresciuto nel vivaio e secondo indiscrezioni seguito nell'ottica di una futura convocazione in Nazionale maggiore, è stato ceduto il 10/06/2020 per 10,5 milioni: rappresenta la cessione più remunerativa della storia del club.

Azzurri Italy

Diversi giocatori della Iacopiana, tutti cresciuti nel prestigioso settore giovanile del club, sono stati nel giro della Nazionale italiana. Tre i ragazzi che hanno vestito la maglia azzurra, tutti quella dell'U-20:

Nei progetti di medio-lungo termine del manager IacBarlotti c'era stata l'ambizione di poter schierare un tridente d'attacco Bravi-Furgone-Favaretto che coincidesse o quasi con quello della Nazionale azzurra.


Stadio

La Iacopiana gioca le sue gare nello stadio fiorentino Iacopian ArenA. Inizialmente costruito sulla base di 12.000 posti, la sua capienza è passata a 15.000 posti nel maggio 2009, a seguito della promozione in VIII serie. Nel gennaio 2010 passa alla capienza di 20.000 posti (13.000 nelle gradinate, 4.920 nelle tribune, 2.000 nelle tribune coperte, 80 poltrone vip). Nel settembre 2011 passa alla capienza di 30.000 posti (18.000 nelle gradinate, 7.000 nelle tribune, 4.300 nelle tribune coperte, 700 poltrone vip). Dal 2012 la capienza è passata a 41.000 posti (24.120 nelle gradinate, 10.000 nelle tribune, 5.900 nelle tribune coperte, 980 poltrone vip). Gli ultimi miglioramenti risalgono al 31 dicembre 2013 e hanno portato la capienza a 55.000 posti, di cui 30.000 nelle gradinate, 12.2000 nelle tribune, 11.500 nelle tribune coperte, 1.300 poltrone VIP.


Allenatori

Allenatori della Iacopiana
  • Stagione 35 / Stagione 35 - ???
  • Stagione 35 / Stagione 39 - Germany Detlfef Planthaber
  • Stagione 39 / Stagione 40 - Romania Dániel Demkó
  • Stagione 41 / Stagione 47 - Spain Roberto Galán
  • Stagione 47 / Stagione 53 - Italy Angelo Toni
  • Stagione 53 / Stagione 57 - Sweden Andreas Lindbrant
  • Stagione 57 / Stagione 61 - Spain Ot Margalef
  • Stagione 61 / Stagione 66 - Poland Kazimierz Orkwiszewski
  • Stagione 66 / Stagione 72 - Italy Liborio Delli Santi
  • Stagione 72 / Stagione 75 - Italy Luca Giacalone
  • Stagione 75 / attuale - Slovenia Bojan Volf


Cronistoria

Grazie a un'ampia copertura giornalistica dei primi anni (con il Nuovo Corriere di Hattrick) è disponibile un valido resoconto della storia del club.

Stagioni 35-42: dalla fondazione alle dimissioni di IacBarlotti

Stagione 35: l'esordio. La Iacopiana nasce il 20 febbraio 2008, quando dalle ceneri della squadra Scopetone F.C. IacBarlotti ne prende in mano il controllo e la rinomina in ACF Iacopiana, società inizialmente appartenente alla regione Toscana. Il primo acquisto della nuova società, il 22 febbraio, è Rainhardt Behal, difensore, per €1000, che rimarrà in squadra per oltre un anno solare; nei giorni seguenti arriverrano altri giocatori fra i quali Gaetano Panuccio e Santiago Siñeriz. La Iacopiana, iscritta alla serie IX.870, esordisce il 1 marzo 2008 nella prima giornata della stagione 35, conquistando una vittoria per 2-0 sul campo di Bolognacity grazie ai gol nel secondo tempo di Anthony Losco e Gianluca Spiga. La stagione si chiude con la Iacopiana che conquista la salvezza grazie al sesto posto con 12 punti in 14 gare. Il 1 giugno 2008, nel primo giorno dopo la fine del campionato, la Iacopiana acquista per €230.000 Juri Galante, primo colpo da oltre centomila euro della storia.

Stagione 36: una salvezza agevole. La stagione successiva si apre molto bene per la Iacopiana, che ottiene 10 punti nelle prime 3 partite. I risultati successivi, però, non sono poi esaltanti e la squadra chiude il campionato al sesto posto conquistando comunque un'agevole salvezza. Il miglior marcatore è Bogdan Niculae, con 9 gol.

Stagione 37: una salvezza col brivido. Il portiere Gino Surace, il centrocampista Lander Wals e, soprattutto, il giovane attaccante Michele Masetti sono i rinforzi chiave per il nuovo campionato della Iacopiana. Un campionato che verdà la Iacopiana in difficoltà con soli 9 punti nelle prime 9 partite, a causa anche di avverse decisioni arbitrali (Losco espulso al 36' pt di Iacopiana-Monterotondo 2-3 con i locali in vantaggio 2-0; Galante espulso al 12' pt di Iacopiana-Mortadel 1-4 con i locali in vantaggio). Alla decima giornata, nella decisiva sfida per evitare il penultimo posto, il 13 dicembre 2008 la Iacopiana (schierata per l'occasione con quattro centrocampisti centrali, fra cui il neoacquisto Teodor Nojek) vince (3-2) in casa di Rizla Group Mosciano e si lancia verso la salvezza, legittimata poi anche dal sorprendente successo nell'ultimo turno contro Sot Basura (2-0). Santiago Siñeriz chiude terzo nella classifica marcatori con 11 reti. A metà dicembre, una volta acquisita la salvezza, la società apre le nuove giovanili, in cerca di talenti per il futuro.

Stagione 38: la prima promozione. Confermata l'ossatura storica, e con l'inserimento dei vari Saiger, Menchell e Fratesi, la Iacopiana conquista la sua prima promozione della storia. Un campionato iniziato senza eccessive pressioni (con una vittoria sul bot e una sconfitta con A.S.Monterotondo) vede la squadra verde-viola mantenersi nei quartieri alti partita dopo partita e alla vigilia della sfida diretta in casa di Sot Basura la società interviene sul mercato per cercare l'ultimo salto di qualità, investendo quasi €400.000 per acquistare Padrutt, Meling e Topo: la Iacopiana gioca una grande partita, va sul 3-0 esterno ma poi si fa rimontare e finisce 3-3. Da allora la Iacopiana perderà una sola volta (contro La Bouvette, con il manager che non consegna la formazione in tempo) e conquisterà tutte vittorie fra cui quella contro la stessa Sot Basura (4-1) e contro A.S.Monterotondo, festeggiando all'ultima giornata (8-0 in casa del bot The Who) la promozione. I migliori marcatori in campionato sono Santiago Siñeriz (vice-capocannoniere) con 13 gol e Gianluca Spiga con 8. Nella stessa stagione la Iacopiana prende parte alla sua prima competizione mediante gare amichevoli, la Lega Hattrick Cup, in cui non riesce però a superare la fase a gironi.

Stagione 39: una VIII tranquilla. La Iacopiana affronta il suo primo campionato di ottava serie e viene iscritta alla serie VIII.1387. Nel precampionato la Iacopiana cede il portiere Gino Surace e l'attaccante Michele Masetti, mentre i principali acquisti sono il terzino Cornelio Condori, il centrocampista Adam Blikman e il deludente attaccante Hans Widererberg (che sarà ceduto dopo poche settimane in quanto mai entrato in condizione). Nell'esordio arriva un 2-2 contro Seu de Tendenza, poi dopo due pareggi il primo successo (4-3) è contro Ganja Societad. Conquistata una tranquilla salvezza e sfiorato addirittura il primato, la Iacopiana molla un po' la presa nel finale e chiude con tre sconfitte consecutive il campionato al quinto posto, a +4 sulla penultima e a -7 dalla vetta.

Stagione 40: fra Giraldo e Tavulliese. Gli acquisti per il nuovo campionato sono l'esperto e carismatico Roberto Galán, il difensore Ettore Ladu e l'attaccante esterno Jesper Vikkelsø. Il 7 settembre, alla vigilia dell'esordio assoluto in coppa Italia, viene promosso dalle giovanili il 17enne promettente portiere Riccardo Giraldo che, forse un po' frettolosamente, diventa il titolare della Iacopiana. La gara di coppa contro Ospizio5 finisce 0-7, mentre il campionato si apre con una bella vittoria (4-1) su F.C.Angeli della morte seguita da due sconfitte e un pareggio. La cessione di Tiziano Tavulliese, altro talento cresciuto nelle giovanili, diventa con €800.000 la più proficua della storia, mentre la squadra chiude il campionato con due sconfitte con lo stesso quinto posto e gli stessi 21 punti della stagione precedente.

Stagione 41: l'anno degli scandali. Mauro Valenza, Jukka Poutala, Ion Niculae e Angelo Toni e soprattutto il nuovo allenatore Roberto Galan (insufficiente in carisma) sono i rinforzi della Iacopiana che - pur senza dirlo - prova a inseguire la promozione. Dopo la sconfitta in coppa Italia (2-5 contro Andalo II), la Iacopiana parte con cinque vittorie in cinque gare ed arriva a inizio febbraio a giocarsi lo scontro diretto con F.C.Angeli della morte, nel periodo in cui arriva dalle giovanili la talentuosa e veloce ala Michele Fuligni. L'acquisto record di Emidio Riccio (poco meno di 1 milione) non basta però alla Iacopiana, che in una gara piuttosto sfortunata esce sconfitta in rimonta col punteggio di 2-1. Nelle seguenti due giornate la Iacopiana subisce due discutibili sconfitte contro PAPEETE 77, ma la capolista F.C.Angeli della morte riesce a guadagnare solo un punto grazie allo 0-4 e all'1-1 contro Venaria Domina. Si arriva così, il 27 febbraio, allo scontro decisivo Iacopiana-F.C.Angeli della morte, che può riaprire il campionato: Ion Niculae porta in vantaggio i locali, gli ospiti pareggiano ma poi l'arbitro espelle Alessandro Giagnoni, al 37' pt, e la Iacopiana resta in dieci con un fondamentale uomo in meno a centrocampo. Nonostante questo Adam Blikman riporta in vantaggio la Iacopiana, che dopo pochi minuti (27' st) resta incredibilmente in nove uomini per l'espulsione di Ladu. F.C.Angeli della morte realizza il 2-2, la gara si chiude in parità nonostante la Iacopiana fosse superiore di due livelli a centrocampo (nonostante le espulsioni), in ciascun reparto di difesa, e in un reparto su tre in attacco. "Stiamo partecipando a un campionato falsato, adesso anche dagli arbitraggi" ha detto a fine gara il manager IacBarlotti, che ha anche annunciato la smobilitazione della squadra con la cessione dei giocatori più importanti e l'acquisto di giovani allenandi. Di lì a poco partiranno il portiere Riccardo Giraldo (€2.500.000, per il nuovo e imbattuto record di incasso), i centrocampisti Emidio Riccio e Jukka Poutala, mentre arriveranno fra gli altri Karsten Neerhoff von Holderberg ed Eugenio Luci. La Iacopiana chiuderà il campionato con tre sconfitte (e due vittorie con i bot), al sesto posto a quota 22 punti. Con gare amichevoli, la Iacopiana partecipa alla Out Of Mind Cup, senza però superare la fase a gironi.

Stagione 42: le dimissioni di IacBarlotti. "Vogliamo vincere il campionato": comincia con queste affermazioni del manager il campionato della Iacopiana, che investe oltre 4 milioni acquistando il jolly João Firmino (con €1.700.000 rappresenta la massima spesa per un acquisto), i registi Lee Begum, Gyárfás Aleksziev e Eidvidas Chabazovas, il difensore e specialista di calci piazzati Roberto Brás e il portiere Berti Hösterey. In coppa Italia la Iacopiana si arrende contro ALLINONE F.c. solo su rigore ai supplementari, ma il campionato non riserva sorrisi. All'esordio la Iacopiana perde (4-1) in casa di A.C. Morcone, contro una squadra di fatto superiore nelle valutazioni solo a centrocampo. Nella seconda giornata, la Iacopiana (probabilmente reduce da due PIC) si gioca il MOTS contro F.C. Romano, neoretrocessa e favoritissima del campionato: la gara, ben giocata dalla Iacopiana (superiore di tre interi livelli a centrocampo) termina però 1-1. Nella gara successiva la Iacopiana batte (4-2) Venaria Domina, poi crolla (5-0) in casa di Santosabbese pur giocando in contropiede ed essendo superiore in tutti i suoi reparti difensivi contro i rispettivi attacchi avversari. Due giorni dopo IacBarlotti, il 17 maggio 2010, attraverso una dura lettera sul sito ufficiale, comunica il suo parziale disimpegno dalla squadra e le sue dimissioni da manager della Iacopiana. Dopo la seguente sconfitta casalinga (1-3) con Seu de Tendenza, però, la Iacopiana si riprende e inanella una serie di cinque risultati consecutivi (4 vittorie e 1 pareggio) che restituiscono ossigeno alla sua classifica, pur lasciandola decisamente lontana dalla annunciata capolista F.C. Romano. Intanto, per quanto riguarda le gare amichevoli, la Iacopiana supera per la prima volta la fase a gironi della Out Of Mind Cup.

Stagioni 43-50: la scalata dalla VIII alla V serie

Stagione 43: il primo trionfo e la promozione in VII. Archiviate le polemiche, la Iacopiana passa ai fatti e conquista la seconda promozione nella sua storia e la prima vittoria di un campionato. Dopo l'eliminazione al primo turno di Coppa Italia (3-2 contro metallopesante con la doppietta di Ramon Peñate dopo gol iniziale di Michele Fuligni) la Iacopiana comincia con quattro vittorie di fila mostrando una certa superiorità. Lo sfortuanto pareggio contro PAPEETE e due incredibili sconfitte contro A.C. Morcone e Empedoclina1974 non riescono a stravolgere il campionato. Dopo l'altra (assurda) sconfitta contro contro A.C. Morcone arrivano infatti cinque vittorie nelle ultime cinque gare che regalano alla Iacopiana un sacrosanto trionfo.

Stagione 44: un sorprendente terzo posto. Alla prima stagione in VII serie, la Iacopiana supera per la prima volta il 1° turno di coppa Italia: 2-0 contro As Rabona, firmato Arroyo e Neerhoff von Holderberg, poi al 2° turno arriverà la sconfitta interna contro Jack F.C.. In campionato all'esordio arriva un 2-2 contro manzellateam e cinque risultati utile nelle prime cinque partite. Successivamente, un campionato molto incerto con diversi pareggi e qualche sconfitta vedrà la Iacopiana concludere con un ottimo terzo posto, seppur a 4 punti dal secondo posto e a 13 dal primo.

Stagione 45: ancora un terzo posto. Eliminata al 2° turno in coppa Italia, la Iacopiana parte con due sconfitte nelle prime due gare di campionato. Ma sette risultati utili consecutivi (6 vittorie e 1 pari) le permettono di risalire rapidamente la classifica, fino ad arrivare a lottare per il secondo posto. Alcuni risultati alterni, e il 2-2 nello scontro diretto casalingo permettono però a manzellateam di aggiudicarsi la seconda piazza e la promozione. La Iacopiana chiude quindi terza con 7 vittorie su 14 gare e con un punto in più rispetto alla stagione precedente.

Stagione 46: quarto turno in coppa e trionfo in campionato. Continuando ad allenare regia (e passaggi alle prime giornate), le scelte strategiche inducono la Iacopiana a rinunciare ai PIC di inizio stagione e così arrivano risultati straordinari in coppa Italia, dove vengono superati i primi tre turni (vittorie sul campo di Obrobri e poi in casa contro Wolverplanton e A.V. Procaccolese) arrivando al quarto turno. La stagione di campionato, seppur altalenante, vede la Iacopiana puntare alla promozione. Dopo un girone d'andata concluso a metà classifica, la svolta arriva dopo la sconfitta interna contro Descarada, in seguito alla quale un deciso intervento sul mercato porterà agli acquisti del terzino Ot Margalef, del difensore Wincenty Dziewierski (0,7 mln), e del trequartista Björn Oskarsson (0,98 mln). Quinta alla decima giornata, nelle ultime quattro gare la Iacopiana conquisterà tre vittorie e un pareggio e, grazie a una serie di risultati favorevoli, conclude la stagione in vetta a 27 punti assieme a Ants United, ma in vantaggio negli scontri diretti, festeggiando la promozione in VI serie.

Stagione 47: l'esordio in VI. Rinforzata la squadra con l'arrivo del terzino Geraldao Vargas, acquistato alla cifra-record di 2,3 mln, la Iacopiana cambia allenatore dopo sei stagioni, promuovendo l'esperto Angelo Toni. Se in coppa l'avventura dura tre turni, dopo un ottimo inizio di campionato da neopromossa nella serie VI.295, la Iacopiana cala a metà stagione ma conquista un valido 3° posto finale. Nel finale esordirà, in amichevole con la prima squadra, il giovane Alberto Agasucci.

Stagione 48: 5° turno in coppa, 2° posto in campionato. Quattordici vittorie e cinque sconfitte, 71 gol segnati: è il bottino complessivo della Iacopiana, che dopo aver vinto otto partite consecutive ufficiali fra campionato e coppa (eliminazione al 5° turno) sogna addirittura il salto di categoria. L'unico colpo di mercato è il difensore Camillo Lalla, mentre dopo l'uscita dalla coppa sarà promosso Celestino Jacob. Strepitoso l'inizio di stagione del giovane Alberto Agasucci, che a 17 anni è trequartista titolare arrivando anche a giocare due partite ufficiali in una settimana. In campionato la Iacopiana non riesce a fare punti contro la corazzata rotonda team e contro la neopromossa A.C.Cosia, mentre vince tutte le altre dieci gare e chiude al secondo posto con 49 gol segnati: da incorniciare la tripletta all'ultima giornata del 38enne capitano Gianluca Spiga, che giocando solo quattro partite diventa bomber della Iacopiana in campionato con ben 6 gol.

Stagione 49: polemiche, 2° posto, e Oskarsson capocannoniere. La stagione successiva la Iacopiana conferma l'ossatura di squadra: comincia con due sconfitte in tre gare di campionato e dal mercato arriva allora il portiere Attilio Bigatello. Ma pochi giorni dopo una gara assai sfortunata contro ALTA TENSIONE costa l'eliminazione dalla coppa Italia al 4° turno e in una dura conferenza stampa IacBarlotti sottolinea che "Siamo stati 17 sottolivelli superiori a centrocampo; in attacco superiori 5 sottolivelli a destra e 3 a sinistra contro la corrispondente difesa; in difesa superiori 3 sottolivelli, 5 sottolivelli 4 sottolivelli da destra-centro-sinistra contro i rispettivi attacchi. Non ci stiamo a perdere una partita così". Le ipotesi di ridimensionamento del monte ingaggi non si concretizzano e dopo una buona stagione la Iacopiana chiude al 2° posto di una classifica molto corta con appena 25 punti e Björn Oskarsson capocannoniere della serie con 12 gol.

Stagione 50: trionfo e promozione in V. Si comincia con la promozione di Tiziano Campolo, gioiellino delle giovanili osservato dal ct azzurro regia5 e subito schierato titolare in coppa. La Iacopiana allena calci piazzati e comincia con un pari: 2-2 sul campo di A.C.Cosia. Dopo la vittoria con ac stridolone, la Iacopiana piazza due colpi importanti a centrocampo: Kazimierz Orkwiszewski e Zohar Strauss. Ma arrivano due pesanti sconfitte: contro Guiderpool, al 3° turno di coppa, e contro Cereal Killer. Dopo l'inizio con un punto in 3 gare di campionato, la Iacopiana si rilancia fino a contendere le prime posizioni a ZAPATA MECANICA, con cui ingaggerà un duello per il primato. Lo scontro diretto, alla 7a giornata, vede la Iacopiana vincere 6-2, ma sette giorni dopo nell'8a giornata ZAPATA MECANICA strappa i tre punti vincendo 1-0 e riportandosi a +5. Da lì in poi però la Iacopiana vincerà le rimanenti sei gare, mentre ZAPATA MECANICA inciamperà sul campo di A.C.Cosia e alla quart'ultima giornata sul campo di ac stridolone (che poi non riuscirà a evitare la retrocessione). La Iacopiana, effettuato il sorpasso, chiude facendo MOTS all'ultima giornata contro A.C.Cosia essendo sicura che, grazie alla differenza reti, con una vittoria sarà matematicamente promossa evitando gli spareggi. Con 66 gol segnati la Iacopiana batte ogni suo record di attacco, mentre il giovane Alberto Agasucci conquista il premio di capocannoniere con 15 gol. Dopo la promozione, a inizio 2013, IacBarlotti torna a ricoprire la carica di manager che aveva lasciato quasi 3 anni prima, nella stagione 41.

Stagioni 51-60: ascesa e caduta

La crescita della squadra e della società prosegue e la Iacopiana centra subito tre piazzamenti di vertice. La prima stagione in V serie arriva un sorprendente 1° posto in campionato, ma la sconfitta allo spareggio (5-3 in rimonta sul campo di testedimarmo) non vale la promozione. Nel frattempo potrà festeggiare però lo storico esordio di Tiziano Campolo in azzurro, con la Nazionale U-20. Il salto in IV serie arriva nella stagione 53, grazie a un clamoroso primo posto: con 33 punti conquistati, +24 di differenza reti e grazie ai 51 gol fatti la Iacopiana risulta infatti l'ultima squadra promossa direttamente (senza dover affrontare gli spareggi). Le difficoltà della IV serie però si fanno sentire e una gestione societaria con insufficiente ricambio generazionale (coinciso col periodo più buio del settore giovanile) non permette la crescita della squadra. La Iacopiana, nelle stagioni 54-57 conquista quattro volte la salvezza agli spareggi dopo aver concluso il campionato due volte al 5° e due volte al 6° posto. Nel frattempo, a causa di pescate giovanili insufficienti e frustranti, il manager IacBarlotti decide di chiudere la squadra giovanile, che verrà riaperta solo dopo diversi mesi. La stagione 58 vede la Iacopiana fin da subito in difficoltà e dopo due sconfitte casalinghe consecutive viene abbandonata ogni speranza di salvezza e cominciata la rifondazione della squadra, che retrocederà chiudendo all'ultimo posto in classifica con appena 4 punti e 12 sconfitte in 14 gare. Il ritorno in V serie si rivela più difficile del previsto. Nella stagione 60 viene raggiunto l'8° turno di Coppa Italia, ma nelle stagioni seguenti il livello della squadra non riesce a crescere, anzi subisce un'involuzione e la Iacopiana si trova a lottare per posizioni di metà classifica.

Stagioni 61-67: un'altra retrocessione e la ripartenza dai giovani

Conquistate quattro salvezze solo agli spareggi (di cui una ai supplementari), la Iacopiana continua a pagare i mancati arrivi (sia in termini economici che sportivi) dal settore giovanile: la squadra primavera viene però riaperta (con lo stesso nome precedente, ACF Iacopina) e, grazie ad alcune pescate finalmente positive, il manager IacBarlotti può ripartire dai giovani e dall'allenamento. Nella stagione 67, però, arriva un settimo posto che vuol dire retrocessione in VI serie.

Stagioni 68-78: la Iacopiana torna a volare

In VI serie arrivano un 3° posto, un 2° posto e poi la vittoria del campionato (con 12 vittorie su 14 gare nella stagione 70) che vale il ritorno in V. Nel frattempo continua la crescita di ragazzi promettenti come Roberto Favaretto, Norberto Furgone e Paolo Bravi, giovani attaccanti provenienti dal vivaio seguiti a più riprese dagli scout della Nazionale italiana, che tracciano per loro la strada per un allenamento efficiente e completo. Mantenuta la categoria per quattro stagioni, la Iacopiana vede aumentare in maniera importante le proprie valutazioni a centrocampo e in attacco, e riesce a rinforzarsi sul mercato in difesa. Nella stagione 75 vince il campionato di serie V.42, con Furgone (11 gol) e Bravi (10 gol) migliori goleador del torneo, ma la sconfitta all'ultima giornata contro Chaltrons United impedisce la promozione diretta, e allo spareggio arriverà una rotonda sconfitta (0-5) con Fonto.

Stagione 76: dominio e promozione sul filo di lana. La stagione successiva la Iacopiana si conferma dominatrice del girone, grazie a imponenti vittorie interne e a sorprendenti successi esterni (costruiti su una solida difesa ed efficaci contropiede). All'ultima giornata sembra però rivivere un deja-vù: contro Real Pradespin, già salvo e senza obiettivi, la Iacopiana va due volte in svantaggio ma nell'ultimo quarto d'ora (con i gol dell'esperto Rupinski al 76' e del giovane Gallinari all'83') ribalta il risultato e vince 3-2, ottenendo la promozione diretta e il ritorno in IV serie dopo 7 anni solari.

Stagione 77: salvezza all'ultimo respiro. La serie IV.24 si rivela fin da subito tosta e competitiva: comincia con due sconfitte nelle prime due gare e alla fine del girone d'andata la Iacopiana è penultima, con soli 4 punti conquistati, ed è a -6 dal 6° posto. Nel girone di ritorno le vittorie contro river chiana e Fonto riaccendono però le speranze: grazie a un incredibile finale di stagione (7 punti nelle ultime 3 gare) la Iacopiana riesce a raggiungere proprio Fonto a quota 17 punti e a superarlo per differenza reti, conquistando il 6° posto. La salvezza arriverà poi allo spareggio grazie al roboante 7-0 contro un rinunciatario US San Salvo.


Vecchie glorie

L'unico giocatore della Iacopiana nelle vecchie glorie è Billy Atzori, attualmente responsabile dell'attrezzatura tecnica. Difensore, ha fatto parte della squadra fin dalla sua nascita nel febbraio 2008, prima di essere promosso nelle vecchie glorie il 17 marzo 2010 dopo 7 stagioni e 94 partite (8 gol) con la squadra.


Partite storiche

  • Prima partita assoluta: 26/2/08 OLD HISTONIUM-ACF Iacopiana 2-4 [Serpellini - Spiga, Behal, Atzori, Tiddia - Rago, Ruiz, Budska (Losco), Bertasi - Ughetto, Niculae]. RETI: Ughetto, Atzori, Behal, Spiga
  • Prima partita ufficiale: 1/3/08 Bolognacity-ACF Iacopiana 0-2 [Serpellini - Spiga, Behal, Atzori, Tiddia - Rago, Ruiz, Losco, Bertasi - Ughetto, Niculae]. RETI: Losco, Spiga
  • 50esima partita assoluta: 11/10/08 Sot Basura-ACF Iacopiana 5-1 [Surace - Bianco, Behal, Panuccio - Bertasi, Siñeriz, Losco, Spiga - Niculae, Choutos, Masetti]. RETI: Masetti
  • 50esima partita ufficiale: 21/3/09 Logan F.C.-ACF Iacopiana 0-3 [Surace - Panuccio, Bianco (Atzori), Semboloni - Saiger, Meling, Losco, Nojek, Galante - Padrutt, Spiga]. RETI: Nojek, Galante, Atzori
  • 100esima partita assoluta: 14/4/09 ACF Iacopiana-Grifo Rangers 3-3 [Serpellini (Honkoop) - Bianco, Atzori, Canto - Masetti, Meling (Broide), Zanenga, Haandbæk, Galante - Niculae, Padrutt]. RETI: Masetti, Canto, Niculae
  • 100esima partita ufficiale: 3/4/10 Venaria Domina-ACF Iacopiana 3-1 [Cieplik - Luci, Panuccio, Stanko - Giagnoni, Toni, Blikman, Losco, Neerhoff von Holderberg (Fuligni) - Valenza, Spiga]. RETI: Spiga
  • 200esima partita assoluta: 27/4/10 JUGGLING team-ACF Iacopiana 2-3 [Stefansen - Stanko, Ladu, Luci - Galante (Secchi), Blikman, Chabazovas (Losco), Toni (Vidotto), Semboloni - Canto, Siñeriz]. RETI: Canto, Blikman, Luci
  • Con più spettatori (20.000): 30/1/10 ACF Iacopiana-A.C.Morcone 1-0 [Giraldo - Spiga, Ladu, Niculae - Galante, Toni, Galán, Blikman, Poutala - Vikkelsø, Valenza]. RETI: Toni
  • Vittoria più larga in gare ufficiali (bot esclusi): 18/4/09 F.C.Sanzinese-ACF Iacopiana 0-6 [Surace - Semboloni, Panuccio, Spiga - Meling, Nojek, Saiger, Losco, Galante - Siñeriz, Padrutt]. RETI: Siñeriz, Semboloni, Semboloni, Saiger, Saiger, Meling. - 21/2/12 juventinisinasce-Iacopiana 0-6 [Hietamäki - Vargas, Lalla, Margalef - Neerhoff von Holderberg, Aquilonia, Arroyo, Villaggio, Fuligni - Oskarsson, Agasucci]. RETI: Margalef, Agasucci, Agasucci, Lalla, Vargas, Margalef.
  • Sconfitte più pesanti in gare ufficiali: 2/8/08 ACF Iacopiana-milizie di moggi-giraudo-bettega 1-8, 20/6/09 F.C.Trinacria-ACF Iacopiana 8-1, 8/9/09 (C.I.) ACF Iacopiana-Ospizio5 0-7, 6/3/10 A.C.Morcone-ACF Iacopiana 8-1
  • Partite ufficiali con più gol: 11/01/2020 Iacopiana-Chaltrons United 7-4 [Garreau - De Stefano, Niculaie, Pogna - Mihajlov, Cruz, Visona, Rupiński, Sbalzer - Bravi (Favaretto), Furgone]. RETI: Pogna, Cruz 2, Bravi, Mihajlov, Favaretto, Sbalzer; 09/01/2016 ACF Iacopiana-Real Rossetti 11-0 [Giacometti - Szopiński, Solvang - Fuligni, Delli Santi (Castaldi), Åhdahl (Nuzzo), Taricco (De Pascalis), Cazzaniga - Rizzuto, Devizzi, Goncalves]. RETI: Fuligni, Rizzuto 3, Devizzi 4, Cazzaniga 2, Nuzzo. 25/12/08 ACF Iacopiana-milizie di moggi-giraudo-bettega 5-5 [Surace - Behal, Panuccio, Vidotto - Bertasi, Olsson, Losco, Rajeckis - Choutos, Siñeriz, Spiga]. RETI: Vidotto, Spiga, Choutos, Olsson, Choutos
  • 300esima vittoria in campionato: 10/04/2021 Plum Cake-Iacopiana 2-4 [Pascual Arana - Hampartumian, Minichino (Isbrand) - Mihajlov (Suninen), De Smet, Greinschgl, Gounas, Augusto - Bravi, Gallinari, Furgone]. RETI: Bravi 3, Gallinari.