It/Italia

From Hattrick
INTERWIKI
· English · Italiano · Русский ·
Italia
Flag of Italia.PNG
Location of Italia.PNG
Per maggiori informazioni vedi anche:
Main article: Regioni italiane
   Find similar.png   Main article: Serie A
   Find similar.png   Main article: Coppa Italia
   Find similar.png   Main article: Italia in Hattrick Masters
   Find similar.png   Main article: Italia national team
   Find similar.png   Main article: Italia U-20 national team
Coat of arms of Italia.PNG

L'Italia è una nazione di Hattrick divisa in 32 regioni e utilizza come moneta l'euro (€). E' tra le prime nazioni create e per questo adotta lo stesso conteggio delle stagioni utilizzato della Svezia. La prima stagione giocata in Italia è quindi identificata con la stagione 11 globale, a partire dall'ottobre 2000.

La storia di Hattrick Italia

Le prime iscrizioni di utenti italiani si sono registrate solo a partire dal 2001 e così i primi trofei nazionali sono stati vinti da squadre bot. Marcjuvo con la sua Juve United è ritenuto il primo utente reale a vincere nella stagione 13 (tra l'altro sia la coppa che il campionato), ma non restano testimonianze dirette di quel periodo. Purtroppo gran parte dei dati delle primissime stagioni italiane sono andati perduti a causa di un bug.
La prima iscrizione di un utente italiano reale di cui si abbiano prove è quella di Fladderkatten (vedi tabella sotto), nell'agosto del 2001.

Principali squadre italiane iscritte nel 2001
Squadra ID Utente Iscrizione Regione Emblema/Logo
Fladderkatten 9091 wildflower 03-08-2001 Emilia Romagna
9091.jpg
Plastic Red 9116 Sluice 22-09-2001 Roma
No-logo.png
A.S. Roma Calcio 9201 Suppamax 22-09-2001 Roma RomaCalcio.jpg
Branzolino A.C. 9087 branzo 09-10-2001 Emilia Romagna
No-logo.png
Idlaflickorna 9080 kalleka 09-10-2001 9080.jpg
Vicenza Calcio 9082 cocoway 13-10-2001 Venezia
No-logo.png
F.C. Mottola 9153 Chemako75 07-11-2001 Puglia 9153.jpg
Borgorosso Football Club 9205 Scrocchiazeppi 12-11-2001 Roma
No-logo.png
Oratorio S.Giuseppe 9092 sers2 24-11-2001 Milano 9092.jpg
Arezzo Galasocaray 9101 Marrundo 25-11-2001 Toscana Gala logos1.jpg
Suffragette City 9110 Davepax 28-11-2001 Toscana(?) Suffragette City 9110.png
Mirddin F.C. 47098 Mirddin 01-12-2001 Veneto Mirddin.jpg
Paderna 9130 Diamante 03-12-2001 Piemonte Paderna.png
Arezzo 9134 Stefano 04-12-2001 Toscana Arezzo Logo.jpg
Atletico Pupazzi 9142 Air23 06-12-2001 Campania 9142.jpg
Kender's F.C. 9096 tasslehoff 17-12-2001 Veneto 9096.jpg
Le squadre più importanti iscritte nel 2002
K-Team 49451 groton 07-01-2002 Torino Kteam.jpg
Sinistri 49538 Darxtar 08-02-2002 Milano
No-logo.png
AMUTD
Ataru Moroboshi United
49575 superataru 23-02-2002 Sardegna 49575.jpg
helianthus A.C. 49479 galeone 14-03-2002 Piemonte 49479.jpg
Armata Rockssa fc 49483 Slisko 18-03-2002 Piemonte 49483.jpg
Sgainator F.C. 49512 cratoremassa 31-03-2002 Firenze Sgainator49512.png
Balla coi Gufi 50994 macao 11-12-2002 Valle d'Aosta ST Balla.jpg


Stagioni 11-22: Le origini

di Marrundo[1]

Rino Di Liberto dei Gufi
Bruno Metra di Arezzo e nazionale
Luca Omini del Gala
Tre giocatori diventati celebri a suon di gol. I primi attaccanti superstar dell'epoca!

Facciamo un salto indietro a molti anni, non ricordo più nemmeno quanti. Qualcuno di voi saprà che la comunità italiana è sbocciata grazie al lavoro di alcuni utenti. Non guardate a me, io non ho fatto una mazza… Io mi sono soltanto limitato a vincere più di tutti.
Quindi nel 2001 non c’era un vero e proprio HT-Italia, non c’era la lingua italiana e non c’era nemmeno un GM italiano. Sicuramente tanti di voi potrebbero vedere solo del buono in questa cosa, cosa che purtroppo non posso confermare.
Già al tempo credo di aver stabilito il record di primo TPA (Transfer Price Adjustment) volante, perché un amico che non aveva capito il senso delle aste di Hattrick offri a dismisura per un tal Henrik Ekenby, uno dei primi bomber della storia del Gala. Provvedimento giusto per carità, che mi costò pure la chiusura della squadra per un paio di giorni. Giusto il tempo di spiegare la cosa al tipo HT- dell’epoca (già mi immagino tutti i GM che adesso vanno a controllare nella mia cartella, e ve l’ho detto tante volte che il TPA non è nato nel modo in cui lo usate voi).
Andiamo avanti, la comunità non c’era però HT stava prendendo una bella piega in Italia, dove stavano nascendo diversi focolai. Posso dire che uno dei punti di partenza è stato Roma, con un gruppo di colleghi di lavoro… parlo di Sluice (Plastic Red), o55o, Point (Point), Suppamax (A.S. Roma Calcio) e il suo fedele amico pugliese Chemacko75 (F.C. Mottola); seguono Arezzo con il sottoscritto, Stefano e il Nappa e Firenze con Cratoremassa, Jorgius, Bersa, Drakuun. Non dimentichiamo: i veneti Mirddin F.C. e padre e figlio tasslehoff (poi Gustavin…); i ragazzi di Tortona, guidati dal fedele Mario Diamante, proprietario della mitica Paderna, e gatei e vari cani sciolti, come plauri ad esempio. Da qui a poco, anche il gruppo di Milano prenderà consistenza, senza poi dimenticare il NG (anche se quella è una storia che potrebbe esser raccontata a parte).
Raccontandola così, sembra il solito gruppo di amici stile fantacalcio e gioco di ruolo. La verità è che parte di questo gruppo di persone… amici… colleghi, chi più e chi meno, prese parte al grande complotto ai danni del primo membro dello Staff nominato in Italia: tale GM–Sluice. Potrei parlarvi del mio amico Sluice, del grande manager della Plastic Red, delle nostre eterne sfide, di quanto di buono ha fatto per HT Italia. Ma penso che sarebbe particolarmente noioso, magari più avanti. Concentriamoci sul primo Sluice, quello che non conosci, quello prima di incontrarlo di persona.
Corre l’anno 2002, ognuno di noi è impegnato a capire come poter far rendere al meglio la propria squadra. Chi allena passaggi è un fesso e certo allenare primarie rende, ma è un processo lento, molto lento. Non c’è trading, la base è comprare un giocatore giovane e allenarlo, fino a che riesci o fino a che lo reputi produttivo. Sluice è un personaggio autoritario, di carisma, lui è quello che ti lascia il giocatore all’asta e ti scrive tipo "te l’ho lasciato. Si, te l’ho lasciato io". E’ quello che sembra tenere tutti i fili della comunità. E’ in Serie A, è il primo CT, è il primo GM [...] e c’è questo alone di mistero intorno al GameMaster Sluice. Sluice conosce i meccanismi del gioco, Sluice legge le nostre comunicazioni private, Sluice può sapere come sono i nostri giocatori, l’atteggiamento dei nostri incontri e lo stato del nostro TS. E’ una voce che circola con insistenza, che si espande a macchia d’olio. Al tempo, la cosa che mi fece più pensare che tutto questo poteva esser vero è che praticamente nessuno delle persone più vicine a Sluice si schierò apertamente dalla sua parte. Anzi, nacque proprio una sorta di ‘‘carboneria’’, di cui facevano parte anche colleghi e amici (che dir si voglia) del primo GM nazionale. Capire e potersi mettere in contatto con un membro era molto semplice, al tempo c’era l’evidente scelta di poter mettere visibile o meno l’email ufficiale dell’account. Chi aveva l’email visibile era dei nostri.
[...]
Pochi a quel tempo ebbero ben chiaro quello che era effettivamente successo ma l’unica cosa che in quel momento aveva senso era trovare un colpevole, e il prescelto fu tasselhoff di Kender's F.C.. La verità è che ci fu un ampio e aspro confronto privato fra i due contendenti, ma la polemica infuriò anche in quella che al tempo era la conference. L’accusa di Sluice era semplice: secondo lui Tass manovrava il sistema, in particolare contro di lui. Dall’altra parte Tass accusava velatamente di sfruttare i suoi poteri dell’epoca per poter preparare meglio le partite. A questo aggiungete il carattere forte di entrambi i giocatori e il fatto che le due squadre erano principalmente le favorite per la lotta al titolo. La miscela finale era pronta e il risultato fu una doppia retrocessione derivata da:

Diciamo subito che Sluice non sarà nuovo, anche più avanti, a questa pratica da "retrocessiere"
Comunque, in una botta sola due dei migliori giocatori del tempo si erano fatti fuori. [..] Credo, anzi sono sicuro, che sebbene ne abbia avuto l’occasione, sebbene al tempo potesse farlo, Sluice non abbia mai abusato dei suoi poteri e nemmeno si sia messo a leggere conversazioni private tra utenti. Pensate che gli sviluppatori di questo gioco, solo molti anni dopo, toglieranno ai GameMaster la possibilità di vedere i dati degli utenti del proprio girone. E anche in altri paesi ci saranno casi, tenuti nascosti, di membri dello Staff che abuseranno dei loro poteri.
Resterà di sicuro negli annali la sfida tra tasselhoff e Sluice, e Hattrick Italia anticipa quello che sarà il noto conflitto di interessi :)


Stagioni 23-31: Il boom

Dopo una prima fase di lenta crescita il gioco costruisce una solida schiera di fedelissimi utenti italiani fino ad arrivare al vero e proprio boom di iscrizioni nel corso del 2005 che causerà la naturale evoluzione del gioco verso una maggiore competitività di gironi.
Se nella prima fase si è visto un dominio quasi incontrastato di sole tre squadre, i già nominati Plastic Red (2 scudetti e 3 coppe Italia) e Kender's F.C. (2 scudetti) oltre a A.S. Roma Calcio (che riesce nell'impresa di conquistare tre scudetti consecutivi nelle stagioni 20, 21, 22), nel corso della stagione 23 si assiste a interessanti novità che fanno presagire un cambio di rotta.
Inizia infatti quella che può essere definita l'epoca d'oro degli aretini. A imporre il proprio dominio, vincendo 10 titoli nazionali, sono infatti i cugini di Arezzo (con il suo bomber Bruno Metra) e di Arezzo Galasocaray (con i giocatori simbolo Ferranti e Omini).
I Gufi di Macao provano a inserirsi grazie ai gol di Di Liberto ma solo la meteora Dunf United riesce a rompere il duopolio: Dunfermine vince in volata il campionato e soffia a Marrundo la storica partecipazione alla prima edizione degli Hattrick Masters per poi scomparire dal gioco dopo essersi fatto bannare mentre è CT della nazionale italiana.
Ma ci sono tanti altri protagonisti del periodo: Scandicci Viola F.C., helianthus A.C. di galeone, UlyssesDublin di S_Dedalus, Hobbitville di Bilbo; in questo periodo trionfano in coppa Italia anche K-Team di Groton, Paderna di Diamante, F.C. Mottola di Chemako75, Sgainator F.C. di Cratoremassa. Ma è in arrivo una nuova onda che minaccia la vecchia guardia.


I raduni di Hattrick, che passione! (di Marrundo) [2]
Raduno a Firenze. Da sinistra: plauri, Jorgius, suppamax, o55o, superataru, cratoremassa, mirddin, slisko

Del primo ricordo ancora la data, perché era un giorno prima del mio compleanno: 17 Maggio 2003. Bei tempi, forse che ero il più giovane del raduno, dal basso dei miei 22 anni :P Seguito a ruota da Stefano e il Nappa, solo 1 anno più grandi di me. Erano passati solo 2 anni dalla mia iscrizione, e al tempo Marrundo era solo un esuberante personaggio, il Gala una squadra promettente che niente aveva vinto.
Nei pressi della stazione facciamo la conoscenza del simpatico personaggio che faceva capo al nick Jorgius. Dopo il primo imbarazzo iniziale (che cacchio, poteva essere mio padre), ricordo il suo racconto che riguardava i suoi travagli nel post-iscrizione ad Hattrick. Jorgius era uno dei membri della banda fiorentina. Il gruppo in origine era partito sicuramente con Drakuun, dato che come me frequentava lo stesso forum di Ultima Online dove o55o ci aveva presentato Hattrick. Drakuun aveva poi sparso un po’ la voce, e da lì era arrivato Cratoremassa, il Bersa, lo Zio Jorgius insieme al figlio (noto ai posteri per esser stato l’allenatore di Caramelli, il primo grande portiere della Nazionale Italiana).
Guida del gruppo fiorentino è sicuramente il buon vecchio Cratoremassa, personaggio storico di Hattrick Italia e della AHF. Primo Mod e secondo GM della storia, buon giocatore ma molto più abile a tavola, davanti ad una bella fiorentina. I divertenti siparietti con il Bersa, (qualcuno ricorda il suo ’’I love this niubbi‘‘ ?) hanno animato per tanto tempo la conference e rimase storica una loro candidatura in coppia per conquistare la guida della Nazionalina Italia. Forse potete trovare qualche traccia delle loro divertenti risposte, magari impostando ‘‘cratore bersa elezioni Hattrick‘‘ su Google.
[...]
Di certo posso dirvi che il primo raduno segnò un primo passo storico per Hattrick Italia. Proprio l’altro giorno guardavo le foto di uno degli ultimi raduni. Con un velo di tristezza ho visto le foto di gnugu e cittino66 (raduno 2009) che ci hanno lasciato. Dall’altra, i loro volti sorridenti mi hanno fatto pensare che, oltre a random – bug – StIaffari – menate varie, questo gioco ci ha regalato davvero dei momenti divertenti ed esilaranti tra di noi.

Football.png This article is a stub. You can help Hattrick Wiki by expanding it.


Stagioni 32-39: L'età dei complotti

di Spartanna[3]

La stagione 32 può essere presa come spartiacque. Divide l'era dei "dinosauri" - quando Hattrick era un gioco per pochi, quando Marrundo, Stefano, Suppamax vincevano, quando il gioco era ancora da scoprire e chi giocava da più tempo era inevitabilmente avvantaggiato - dall'era moderna, dove chi ha più soldi può permettersi squadre più forti e spesso vince. Squadre come Taj Mahal, come Mantova 1994, arrivano in serie A di prepotenza e scacciano i "vecchi".
Queste squadre sono mal viste dai senatori, non tanto per i tanti trasferimenti (cosa comune anche ad altre squadre come Marrundo creatore del "niubbo trading"), ma perché esasperano il gioco, alzano l'asticella della sostenibilità economica, comprano giocatori a gettone e, soprattutto, vincono.
Giutrader con il suo Taj Mahal è un carrarmato, vince 2 campionati (stagioni 32 e 34) e una coppa, arriva in finale agli Hattrick Masters, ma non dura tanto, solo 3 stagioni più una fatta da bot. Anche Mantova, che a mia memoria è uno dei primi a perdere volontariamente l'allenamento per giocare con 5 centrali di centrocampo, dura solo 3 stagioni più una da bot.

Elezioni memorabili
Uno dei più grandi exploit della storia delle elezioni italiane porta senza dubbio il nome di Tognetti. Per l'appuntamento elettorale del settembre 2005 questo utente riusci in breve tempo a passare dal completo anonimato delle basse serie al sogno di guidare la nazionale U-20. Una concreta minaccia per l'elite dei "soliti noti" che fino a quel momento si erano dati il cambio al comando della nazionale. Pur non avendo una rilevante preparazione tecnica, Tognetti riuscì a convincere 735 elettori a votarlo, mancando per un soffio la vittoria. A essere eletto fu Macao.
Un'altra elezione che rimarrà nella storia della comunità italiana è quella di Draghetto. Alle elezioni dell'U-20 del maggio 2006 riuscì a ottenere una notevole visibilità grazie ad un messaggio pop-up inserito all'ultimo momento all'avvio di Hattrick Organizer (di cui lo stesso Draghetto era all'epoca uno degli sviluppatori).

Nonostante la vittoria con un numero record di voti, il neo-CT fu costretto alle dimissioni fra le polemiche. L'intera vicenda è ricordata anche nella canzone parodia "Spammerò", scritta da Signoignazio e cantata da frank70-Hokulo nel simpatico CD "NICK E PASSWORD" del 2007.

La compilation "nick e password" raccoglie decine di canzoni-parodia scritte da vari utenti e cantate da frank70-Hokulo

regia5 con i suoi Saints Regia conquista 2 coppe Italia consecutive (32 e 33) e sfiora il tris, ma è scalzato dallo SQUARTA PRAGA di MARCOGAVI che a sua volta porta a casa 2 coppe di seguito (34 e 35).
La stagione 35 è la prima segnata dai tarocchi. Giutrader che la stagione precedente aveva vinto lo scudetto davanti a Macao gioca la prima partita con l'odiato rivale vincendo per poi vendere tutti subito dopo e andar via. Per Macao il campionato è in salita proprio nell'ultima stagione in cui aveva qualche speranza di vincere il primo titolo, ma giocare con l'handicap è troppo anche per lui. La stagione se l'aggiudica meritatamente il Non-fur di Frunno che dura anche lui 2 sole stagioni più una da bot.
Macao, che retrocede la stagione dopo intortato dalla combine Dolasiana-Regia5, si consola con ben 7 stagioni in A e 163 punti, 2 stagioni alla guida della nazionale U-20, ma zero titoli.
Lo scudetto della stagione 36 è vinto da MARCOGAVI, che si ripete tra le polemiche anche la stagione successiva. [...]
L'antefatto era avvenuto nella fatidica II.3, la serie delle pastette: regia5 regnava gestendo il TS a furia di doppi PIC, concordando vittore e sconfitte, "io ti faccio vincere all'andata e tu mi fai vincere al ritorno". Il Dolasiana di AndR80ea si era meritato di finire nella serie dei biscotti perché la stagione precedente, quando era primo matematico in III, aveva perso appositamente l'ultima di campionato per non finire in II.4, la serie che sembrava più forte, finendo così in II.3 prima che si trasformasse nella serie del "male".
Anche Dolasiana era solito accordarsi. La stagione precedente era stato "scottato" da MARCOGAVI e si era ripetuto nella stagione 36: doveva affrontare regia5 in campionato all'ultima giornata, prima di incontarlo in coppa. "Tu fai MOTS contro il povero Apice in campionato prima di giocare con me in coppa e io ti faccio vincere l'ultima di campionato". Il Dolasiana rispetta la sua parte di accordo, e prima di rigiocare contro in campionato si accordano su tutto, persino sulle rispettive formazioni per non distruggere la fiducia di regia5 che 3 giorni dopo si giocava la coppa. regia5 però non rispetta l'accordo, AndR80ea perde e solo negli ultimi 5 minuti viene scavalcato dall'Aston Villa di Serio di Laurentius2004 che, avvertito da regia5, fa MOTS all'ultima di campionato andando in A diretto. AndR80ea poi sale comunque, andando a vincere in casa del povero Macao, che incontra lo squadrone Dolasiana invece di un Laurentius2004 senza TS.
Ed eccoci allora alla stagione 37, il mio esordio in serie A, una stagione che sarà ricordata per sempre in Hattrick: la stagione dei biscotti, degli inganni, delle liti, ma anche una stagione bellissima, dominata dal random, incertissima fino alla fine. Frunno, bot, svantaggia me (Spartanna) e Pa-gre (Superboom), Pa-gre litiga tutto la stagione con MARCOGAVI, polemiche a non finire, fino ad arrivare al fattaccio.
La classifica dopo la penultima giornata era bellissima: SQUARTA PRAGA, Aston Villa di Serio, Dolasiana punti 23; Superboom e Pennywise punti 22! Cinque squadre potevano in teoria vincere lo scudetto con 2 scontri diretti ancora da giocare (SQUARTA PRAGA-Pennywise e Dolasiana-Superboom). Laurentius2004 giocava in casa contro di me ed aveva moltissime chance di vincere lo scudetto, sarebbe bastato battermi con non vittoria di MARCOGAVI sul campo di Pennywise. E qui succede l'impensabile.
Pennywise perde apposta, rinunciando alle poche possibilità di vincere lui lo scudetto e finendo addirittura agli spareggi, in questo modo fa riconfermare SQUARTA PRAGA campione per differenza reti. Una cosa mai vista!
Solo 7 giorni prima Pennywise aveva fatto mitico a centrocampo sul mio campo comprando anche un pollo a gettone e 7 giorni dopo in casa scarso a centrocampo schierando anche il suo omonimo.
Dolasiana vince la stagione 38 in un bellissimo testa a testa con Pennywise che ad un certo punto sembrava avercela fatta. [...]
La stagione 39 viene vinta dall'Olympique Maraviglia di Aldo70 in volata su Superboom. Anche qui il colpo di scena: Pennywise fa il bot, salvo giocare solo l'ultima partita contro Dolasiana, condannando anche lui alla serie B.
Non si possono non spendere due parole su Pennywise, tra i numeri uno per passione, dedizione e impegno in questo gioco, ma non si può dire altrettanto in quanto a correttezza: falsare appositamente uno scudetto e una retrocessione in A sono un primato difficilmente battibili! A questo possiamo anche aggiungerci mandare una squadra in II ad uno spareggio perdendo appositamente per uno slot... mica male per un giochino dove non si vince un bel nulla!/span>


Stagioni 40-52: L'epoca degli squadroni

Dalla stagione 40 la serie A cambia radicalmente. Basta polemiche, vogliamoci bene, siamo tutti amici. Vince lo scudetto Poker Soccer Club per differenza reti su Dragon's Eye autore di una bellissima rimonta.
Continua la maledizione dei campioni d'Italia, dopo lo scudetto c'è la serie B: succede a SQUARTA PRAGA botizzandosi, a Dolasiana, a Olympique Maraviglia (dopo una stagione sfortunata perdendo lo spareggio con Dolasiana, bravo a tornare in A dopo la retrocessione). E succede anche la stagione dopo a Poker SC che perde lo spareggio contro Pennywise, quarta squadra di sempre (dopo Pioko United FC, Spartanna e Dolasiana) a tornare in A dopo essere retrocesso.
La stagione 41 è vinta da Orda Balorda Urbino. Stagione tranquilla, l'unica nota particolare è il doppio "doppio PIC" tra Orda Balorda e Strong Ale amici nella vita reale, curioso perché al ritorno si giocavano lo scudetto uno contro l'altro, ’’doppio PIC‘‘ che forse annulla le chance di Dragon's Eye più corretto a non accordarsi mai (credo) con Dieghito, napoletano come lui.
L'Orda di zagortenay è un'incredibile corazzata capace di dominare la scena in campionato, in coppa e addirittura negli Hattrick Masters. L'arrivo in serie A di Orda Balorda Urbino spalanca la strada a una terza generazione di utenti italiani, prodotto di una comunità che ha ormai raggiunto i centomila utenti. I principali protagonisti sono ora "squadroni" assemblati con cura per il minimo dettaglio e mantenuti grazie ad un trading sostenuto per riuscire a pagare gli alti stipendi. Queste squadre, costruite per vincere, alzano ancora di più l'asticella, portando i club delle serie italiane ad una altissima competitività, fino quasi all'esasperazione. Tra le squadre più importanti di questa fase troviamo Tridentina del CT Troseidone (1 coppa), Sweetness di stewiggle, Dragon's Eye di Alerish (1 coppa), Mar Mousa di _Peo_ (1 coppa e 1 scudetto) e in una successiva ondata arrivano anche 0rion di _DoC-eNeRGy_ (1 coppa), Gatto Ciccione F.C. di MastroTJ-71 (1 coppa) e A.S. Kursaal di 13Giacomo13 (1 coppa e 2 scudetti). Ma le squadre da record, quelle che in assoluto vincono di più sono tre in particolare:

  • la già citata Orda Balorda Urbino, con 5 scudetti, 4 finali consecutive di coppa (ma 1 sola vinta) e il primo trionfo italiano negli Hattrick Masters (10-06-2010), la massima competizione mondiale per club;
  • excoto di tunei che inizia una ineguagliata striscia di imbattibilità nella massima serie con un titolo già all'esordio nella stagione 48 e vittorie anche nelle stagioni 49, 50 e 51. Un totale di 4 scudetti consecutivi, impresa mai riuscita prima;
  • Oppostafazione di Vecchioleone che tra la vittoria di 2 coppe Italia riesce anche a vincere gli Hattrick Masters, la seconda volta per una squadra italiana (14-03-2013).
Nonostante sia tra le nazioni più popolose, l'Italia non ha vinto nemmeno mezza medaglia nelle prime 17 edizioni della Coppa del mondo e ha dovuto attendere 24 mondiali prima di far suo il campionato

Del nuovo contesto è la nazionale italiana a trarre benefici, dopo che per troppo tempo aveva patito il clima di scontro all'interno della comunità. Nonostante sia diventata la nazione con più utenti al mondo, l'Italia è ancora piccola piccola a livello internazionale; ha infatti il poco invidiabile record di zero trofei in 10 anni di tentativi. Soprattutto per la nazionale maggiore la situazione è disastrosa!
Meglio va alla Under-20 che proprio in questo periodo diventa finalmente una potenza, protagonista stabile della fase finale dei mondiali e spesso a medaglia. Mokiforever e regia5 ci fanno conquistare 2 splendidi titoli mondiali giovanili (mentre Pennywise sfiora soltanto il titolo, perdendo in finale).
Il problema resta la nazionale maggiore: solo alla fine della stagione 49 si arriva finalmente in semifinale, e sembra facile contro una Slovenia inferiore per organico e devastata nello spirito dalle fatiche di un durissimo girone di qualificazione. Ma la maledizione continua: gli Azzurri sono favoritissimi eppure riescono a perdere al golden goal l'occasione di disputare una finale mondiale. Ci si deve accontentare di un bronzo, che è comunque il primo trofeo internazionale dopo anni di delusioni.


Stagioni 53-58: La decadenza

Il numero di utenti scende, nonostantea rimanga lo zoccolo duro degli appassionati di lunga data. L'Italia resta uno dei paesi in cui Hattrick è più amato e seguito, ma gli utenti non si iscrivono più in massa come un tempo: dal picco massimo di quasi 100 mila utenti italiani nel 2008 il numero è sceso a meno della metà all'inizio della stagione 53.
Gli effetti negativi non tardano a manifestarsi: l'entusiasmo di un tempo pare sopito, tutto ormai si conosce del motore di gioco ed è sempre più difficile inventarsi qualcosa per giocare fuori dagli schemi e per salire la piramide dei campionati o per trionfare di nuovo ai master (che ormai sono sempre più un miraggio per le italiane dopo stagioni trionfali).
La passione di chi è rimasto però non è spenta e i campionati continuano ad essere combattuti e divertenti. Qualche volto nuovo fa capolino anche in serie A, dove nella stagione 53 molte cose finalmente cambiano e si respira un vento nuovo. Real Palaron di Marteam2004 (1 campionato e 1 coppa), F.C. Montebuono di -GiAcoMo- (2 campionato e 1 coppa), Express Road di ciuffo (1 coppa e molto altro prima e dopo), Rancho de la Luna di PinkMoon (1 campionato e 1 coppa), Montefreddo City -rebus- (che vince 1 coppa ma tornerà più avanti per prendersi anche 1 campionato) e la meteora milui team di MauRandom (1 doppietta campionato-coppa e quasi un master). Ma soprattutto I Vermotti di scricciolo, futuri protagonisti assoluti della scena nazionale.

Lo Zar zagortenay (di zagortenay) [4]
12 gennaio 2006. [...] In quel periodo giocavo spesso ad un gioco di ruolo chiamato Ultima on Line, e un amico conosciuto in game, sapendo dei miei successi con il fantacalcio della Gazzetta dello Sport mi fa: "hei, ho il gioco che fa per te, si chiama Hattrick.” [...] Il mio amico Grog aveva ragione, era il MIO gioco.

Negli anni ho giocato e vinto finali di coppa Italia, perso per un soffio la possibilità di essere supporter diamond a vita perdendo la finale del trofeo supporter, perso scudetti all'ultima giornata, subito retrocessioni in spareggi a dir poco bizzarri, perso la possibilità di bissare la vittoria nei Master uscendo sconfitto in una finale da tripla contro una meteora greca... ma la tensione del match durava giusto due ore.

Sono passati anni, sono successe tante cose nella vita reale che hanno tolto quella spensieratezza che mi permetteva di vivere appieno il nostro gioco. Ora mi restano tanti bellissimi ricordi, tanti fantastici amici e sento in fondo al cuore una piccola fiammella che non vuole spegnersi e che mi dice: 'forza Zagor [...] Dobbiamo tornare lassù, a casa nostra... in Serie A!'"
10/06/2010 vittoria HM42

Ora, dopo tanti anni, tanti successi ed un fisiologico calo di interesse mi guardo indietro e mi vengono in mente tantissimi flash che legano questo bellissimo gioco alla mia vita. Non sarà il solito racconto della storia di zagortenay, dei successi dell'Orda Balorda Urbino, quelli li conoscete tutti, mi piacerebbe invece ricordare alcuni momenti particolarmente significativi della mia lunga storia in questo gioco e legarli a quanto mi accadeva nella vita reale.
Come tutti voi, anche per me le prime settimane in Hattrick furono a dir poco nebulose, tra acquisti sballati e scelte spesso errate. Però il gioco mi prendeva, eccome se mi prendeva, e il primo ricordo vivido del gioco è legato alla mia squadra di calcio a 5 nella vita reale, il Futsal Urbino. Giocavamo in serie C1 e io nello spogliatoio prima degli allenamenti e dei match cominciavo a spargere il seme demoniaco di Hattrick; in poco tempo mezza squadra giocava attivamente e spesso, prima di partite importanti, nello spogliatoio si sentiva dire: "ragazzi Abimhan Motvani è diventato formidabile in attacco!" Spesso si parlava di Hattrick in momenti in cui il silenzio nello spogliatoio era sacro... e il mister si incazzava!
[...]Ricordo ancora la ricerca di Internet point in vacanza con loro per poter impostare una formazione, per fare un acquisto, addirittura la connessione satellitare nel traghetto Ancona-Igoumenitsa… mai vista una linea più lenta!
Poi piano piano la passione nei miei amici scemava, mentre in me cresceva. Imparai a fare trading, conobbi amici virtuali che poi divennero reali e la scalata della mia squadra iniziò così, un po’ per caso, facendo trading portieri con Cortomaltese. Diventammo ottimi amici fino ad incontrarci in Basilicata dove eravamo entrambi in vacanza. Avevamo in comune [...] anche il luogo di origine delle nostre compagne di quel tempo, appunto la Lucania.
Uno dei momenti più belli della mia storia hattrickiana è sicuramente legato alla mia vittoria negli Hattrick Masters [...] la finale contro Ercanto. Avevo un importante partita di calcio a 5, non mi collegai durante il match e chiesi a tutti i miei contatti di Hattrick di non darmi notizie sul risultato, volevo scoprirlo alla fine. A fine partita mi connetto e vedo che siamo ai supplementari, quindi mi scollego immediatamente. Poco dopo mi chiama Vaccasdrex, che era il mio consigliere privato di acquisti, insomma il ds dell'Orda, io rispondo: "Vacca non mi dire nulla che voglio vedere il risultato tra 30 minuti". Lui, testuali parole: "stoca**o: Lo Bianco Corradooooooo... campioni del mondoooooooo". Corrado Lo Bianco era un difensore della nazionale italiana, acquistato proprio su suo consiglio, e che segnò il golden goal. L’Orda era sul tetto del mondo.
Poi vennero tanti scudetti, ma le emozioni più forti me le regalò la nazionale italiana. Da campione dei masters mi candidai alla guida della nostra NT. Fu un’esperienza fantastica [...]: come dimenticare il famoso "lunedì nero"? Io sono molto scaramantico, al tempo ero anche famoso per il mio "rito del bagno" (se le partite si mettevano male mi chiudevo in cesso... uscivo dopo una decina di minuti e spesso le cose si aggiustavano) e tra le mie scaramanzie c'è quella di non impostare la squadra di default, neppure con la NT; ebbene contro la Svezia, all'esordio nel Round IV, dove arrivavamo da strafavoriti, [...] il sito andò down alle 8.30 del mattino e così rimase fino alle 21; il sistema schierò un 4-4-2 in ordine di numero di id con conseguente sconfitta per 5 a 0 contro la nazionale degli inventori del gioco. Perdemmo la possibilità di giocare partitella, la fiducia e tre punti. Insomma, una debacle.
Fui crocifisso per giorni e giorni in conference. Ricordo che il giorno dopo partii per la Grecia e passai i primi giorni a rispondere al massacro mediatico. [...] Nella partita successiva arrivò il famoso PIC contro la Malesia e la gogna non finì più. Emozioni in game come in quei giorni non tornarono più, ormai da qualche anno non ci sono più partite capaci di crearmi tensioni e sensazioni paragonabili a quei giorni. Certo, il bronzo vinto con la nostra NT e l'oro con l'U20 sono state soddisfazioni indelebili.


Stagioni 59-74: La tirannide dei Vermotti

Gli juniores vanno come treni...

21 stagioni consecutive... 294 partite giocate.... 530 punti nella massima serie... 4 vittorie di fila (61-64). Questi i numeri da record di scricciolo che con i suoi Vermotti detta legge in serie A a partire dalla doppietta coppa-campionato della stagione 59 e fino alla retrocessione della stagione 74, dal 28 Dicembre 2013 al 16 Maggio 2020: 2 331 giorni, o, se preferite, 6 anni, 4 mesi e 18 giorni in Serie A.

Serie A, dinastia Vermotti [5]
La serie A sembra non conoscere alternativa alla corazzata di scricciolo, che in poco più di un decennio ne ha riscritto la storia, abbattendo di stagione in stagione ogni tipo di record, grazie a un collettivo capace di rinnovarsi negli anni, senza perdere mai quel killer instinct che in fondo è il suo vero marchio di fabbrica. Quando la stagione entra nel vivo, è lì che i freschi Campioni d’Italia cambiano marcia, diventando una macchina perfetta.

Tutti, nessuno escluso, devono riconoscere la grandezza di un manager e di un club che hanno dominato la scena, non per un periodo circoscritto come è capitato ad altri, ma per un intervallo lungo più di un decennio. Con qualche pausa, certo, altrimenti si parlerebbe di una dittatura, ma lasciando un segno indelebile stagione dopo stagione.
Scricciolo si conferma così tra i migliori manager contemporanei, grazie alle sue idee di gioco, che hanno sempre messo il collettivo davanti al singolo e una capacità fuori dal comune di leggere i momenti della stagione: quest'ultima spesso è stata arma determinante del suo successo. Nessuno come lui ha saputo elevare la statura della squadra e della società portandola costantemente a lottare per il titolo.
[I Vermotti] hanno dimostrato come si arriva fino in fondo a un torneo lungo, logorante e ricco di insidie come la serie A. [...] Eppure di momenti difficili ce ne sono stati eccome. [La Serie A] è oramai un contenitore di immagini, storie e partite leggendarie che fanno parte dell’immaginario collettivo. Gli eroi di lungo corso, come Sopaj, Tulić, Christensen e Vizziello sono icone nella storia vincente di questa squadra e della sua filosofia. [...] E così tornano alla memoria momenti incredibili, come il gol vittoria di Cordes Gartenbrock, che decise all’ultima giornata, la sfida scudetto contro l’Orda Balorda di zagor, o le reti di Lucio Vizziello, l’attaccante cannibale della Generacion Dorada, capace di far vincere quattro scudetti in fila. L’atmosfera magica e assieme romantica di uno stadio intero che si alza in piedi per applaudire le 200 gare in maglia Vermotti di Giacomo Ambrosino (festeggiate con una splendida doppietta nel pareggio per 3-3 contro Martiri Oscuri FC).
Le cronache di quei trionfi [...] contribuiscono ad alimentare il mito di questo club. [...] Il trionfo di una Dinastia!


Finalmente i primi 2 titoli mondiali: l'Italia è campione nelle stagioni 65 e 67

I coach walterformica nella coppa del mondo 26 e lidi1982 nella coppa del mondo 27 ci portano per la volta in cima al mondo e per ben due volte consecutive la nazionale vinnce il mondiale! Era ora, dopo tante occasioni perse.

Anche l'Under-20 si gioca due finali consecutive e conquista altre due medaglie: un oro e un argento.

Stagioni 75-?: La storia continua...



TeaserITA.png

Note

  1. ^  Il brano di Marrundo è tratto dal suo sito Marrundattrick, ed è parte di un ipotetico libro sui primi anni di Hattrick in italia.
  2. ^  Anche questo brano fa parte del racconto di Marrundo dei primi anni di Hattrick in Italia.
  3. ^  Il brano di Spartanna è un'intervista raccolta e pubblicata dal sito HT Stickers.
  4. ^  Intervista raccolta da ildistruttore e pubblicata per la rubrica "La mia storiA" su SpotligHT del 6 maggio 2017.
  5. ^  Articolo di Luzka pubblicato con il titolo "Serie A, dinastia Vermotti: l’ottava meraviglia" su SpotligHT del 11 marzo 2019.
Regions of Italia Italy

Abruzzo | Bari | Basilicata | Bologna | Cagliari | Calabria | Campania | Emilia Romagna | Firenze | Friuli Venezia Giulia | Genova | Lazio | Liguria | Lombardia | Marche | Milano | Molise | Napoli | Palermo | Piemonte | Puglia | Roma | Sardegna | Sicilia | Torino | Toscana | Trentino Alto Adige | Umbria | Valle d'Aosta | Veneto | Venezia | Verona